Epifania di spettacolo col match Perugia-Belchatow

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Gennaio 5, 2020 11:00
Taht Robert (palla)

Robert Taht (foto Michele Benda)

Dopo un avvio di stagione difficile la Sir Safety Conad Perugia è riuscita a raddrizzare la situazione. Le due sconfitte patite nelle prime cinque partite avevano fatto temere che l’ingranaggio si fosse inceppato definitivamente. Ma dopo lo stop del 10 novembre scorso, sono arrivate solo vittorie. Otto consecutive in superlega e tre in champions league, per un totale di undici affermazioni che hanno fatto virare in positivo l’andamento dei block-devils. Senza contare poi che i bianconeri hanno vinto l’unico trofeo che sino ad ora si è disputato, la supercoppa italiana. Insomma, l’unico aspetto negativo al momento è la distanza dalla vetta della classifica, sette punti che paiono una enormità. Ma come spesso si è detto, conta arrivare in buona condizione alle finali che contano. In questo senso vale la pena ricordare quali saranno i prossimi appuntamenti, con i riflettori puntati sulle final four di coppa Italia del 22 e 23 febbraio. Successivamente l’obiettivo si sposterà più avanti sulle finali dei play-off scudetto che si giocheranno dall’1 al 12 maggio e sulla superfinale della massima rassegna continentale per club che è fissata per il 16 maggio. Queste le date più importanti a cui sia gli atleti che i tifosi sperano di arrivare per rinnovare le emozioni vissute in passato. In mezzo ci sono come minimo altri sedici incontri (1 in coppa Italia, 12 nella stagione regolare, 3 in champions league) a cui debbono aggiungersi i play-off (da un minimo di quattro ad un massimo di venti (2 in coppa Italia, 13 in campionato, 5 in champions league). Potenzialmente dal 16 gennaio al 16 maggio, cioè in quattro mesi esatti, i perugini potrebbero essere attesi da altre trentasei partite (una ogni tre giorni e mezzo). Non ci sarà da annoiarsi dunque, ma per spezzare la noia del periodo forzato di sosta di fine anno, il club umbro ha organizzato il Trofeo Monini per lunedì 6 gennaio, giornata di competizione contro la Skra Belchatow. Per la prima volta da molti anni, i polacchi non partecipano alle competizioni europee in questa stagione, ma restano una formazione molto ben attrezzata. Tra pochi giorni dovranno affrontare i quarti di finale della coppa di Polonia con Olsztyn. Un duello molto interessante, con la squadra allenata da Michal Mieszko Gogol che fa parte dello staff della nazionale polacca, considerato un po’ l’allievo di Heynen. Saranno assenti Aleksandar Atanasijevic e Marko Podrascanin da un lato e Milad Ebadipour dall’altro, impegnati ai tornei di qualificazione per i Giochi Olimpici di Tokyo 2020. Fischio d’inizio fissato per le ore 18 al palasport di Pian di Massiano. Gli stranieri arriveranno in Italia oggi, domattina si alleneranno e alla sera disputeranno la partita ufficiale con il pubblico. Per martedì 7 gennaio è in programma un secondo incontro, ma non ufficiale. La squadra di Belchatow è attualmente terza in classifica nel proprio campionato nazionale con un record di dieci vittorie e tre sconfitte. Test probante dunque per la formazione di casa che darà spazio all’opposto Sjoerd Hoogendoorn, recentemente divenuto papà per la seconda volta, ma vista l’assenza di limiti è facile che si potrà vedere in azione anche lo schiacciatore estone Robert Taht. Gli ospiti presentano un roster molto valido dove spicca la freschezza del centrale Jakub Kochanowski, e l’esperienza dello schiacciatore Mariusz Wlazly. Arbitri: Beatrice Cruccolini e Dalila Villano. Probabile sestetto Perugia: in regia De Cecco ed opposto Hoogendoorn, al centro Ricci e Russo, schiacciatori Leòn e Lanza, libero Colaci. Possibili titolari Belchatow: Lomacz al palleggio e Petkovic nella diagonale, Klos e Kochanowski in zona-tre, Wlazly e Szalpuk di banda, Piechocki libero.

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Gennaio 5, 2020 11:00