Perugia attende oggi l’annuncio di Gino Sirci

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Gennaio 27, 2020 12:45
Sirci-Leòn

Gino Sirci e Wilfredo Leòn (foto Michele Benda)

La Sir Safety Conad Perugia ha messo l’undici nella schedina della superlega maschile, tante sono le vittorie consecutive in campionato, la striscia positiva diventa addirittura di quindici se si allarga l’orizzonte a tutte le competizioni (champions league e coppa Italia). Ma quello che più ha impressionato nella gara domenicale è la grande autorità dimostrata nel battere Milano in trasferta, con un tre a zero che non lascia dubbi sulla ritrovata efficacia del rullo compressore bianconero. Tutto ciò è stato ottenuto senza avere a disposizione il centrale Marko Podrascanin, e scusate se è poco. Le dichiarazioni a fine gara dei protagonisti sono state di piena soddisfazione ma quella del presidente Gino Sirci ha spostato le attenzioni ad oggi: «Dobbiamo decidere in questi giorni il nostro futuro, questa settimana sarà cruciale e faremo un annuncio già lunedì pomeriggio su uno degli atleti che devono rinnovare. Poi a ruota faremo gli altri. Andremo avanti nel segno della continuità». Tra i titolari sono cinque i giocatori in scadenza (Leòn, Atanasijevic, Podrascanin, Colaci e De Cecco), e tutti restano col fiato sospeso. Tra loro Wilfredo Leòn si è espresso in maniera inequivocabile: «Stiamo andando bene, abbiamo un buon ritmo e stiamo bene sia a livello fisico che a livello di testa, siamo contenti. Mi sembra che abbiamo sbagliato tanto stavolta ma abbiamo vinto tre a zero e siamo contenti. Con Perugia stiamo parlando per il rinnovo, la trattativa è aperta e tra qualche tempo ne sapremo di più». A fine partita il libero Massimo Colaci ha puntualizzato: «La partita l’abbiamo vinta nel primo set quando eravamo sotto nel finale. In quel momento ci abbiamo creduto. Abbiamo difeso e ricostruito bene. Ci aspettavamo una gara così, difficile e complicata. Il loro ritmo non ci ha sorpreso ma non abbiamo mai mollato una palla. Il momento ed il valore dell’avversario rendono grande questa vittoria. Era una partita fondamentale per la classifica. Speriamo di arrivare primi, è un nostro obiettivo. I Sirmaniaci sono dei pazzi scatenati che ci aiutano su tutti i campi, sono eccezionali». Si mantiene prudente capitan Luciano De Cecco: «Noi dovevamo andare a Milano mettendo il massimo, perché c’era da riscattare lo schiaffo dell’andata. Sapevamo che sarebbe stata molto dura e così è stato. A parte, forse, il secondo set dove loro hanno commesso qualche errore di troppo. È stata una partita di altissimo livello. Dovevamo mettere in campo tutto quello che avevamo, perché loro giocano molto bene, sono una grande squadra. L’intesa con Leòn ed Atanasijevic funziona, è bello giocare a questo livello, con questi ragazzi e fare parte di questo gruppo. Se vogliamo arrivare fino in fondo dobbiamo sempre dare qualcosa in più. Non ho giocato molti primi tempi e pipe ma tutte le gare sono diverse tra loro, leggere una partita in corsa è molto difficile. Mi baso anche sul capire chi dei miei compagni è caldo. Ad ogni modo ricordo che conta vincere solo l’ultima partita. Se la perdi come è successo a noi lo scorso anno, tutto quello che si è fatto conta poco o nulla». Nel dopo partita l’allenatore Vital Heynen non si è lasciato andare a facili entusiasmi: «II risultato è positivo, ma non dobbiamo accontentarci, all’inizio della sfida non siamo riusciti a imporre il nostro gioco, facendo qualche errore sia in battuta che in attacco. Siamo stati forti alla fine del primo e del terzo set. Vuol dire che la squadra ha trovato fiducia. È un risultato un po’ esagerato ma sempre meglio che sia stato un tre a zero per noi e non per gli altri. Le continue rotazioni? Per me è normale, i giocatori sono molto forti. La squadra ha giocato per Podrascanin, ha vinto anche il Potke».

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Gennaio 27, 2020 12:45