Perugia fa fuori Padova e va alle finali di coppa Italia

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Gennaio 22, 2020 21:51
Lanza Filippo (attacco)

Sir Safety Conad Perugia in attacco con lo schiacciatore Filippo Lanza (foto Michele Benda)

Una Sir Safety Conad Perugia determinata ed aggressiva vince nel mercoledì di coppa Italia. Non era propio il quarto di finale più scontato che proponesse il programma della massima categoria maschile di pallavolo, seconda contro settima della classifica al termine del girone d’andata, ma il risultato ha confermato il pronostico. I block-devils hanno fatto saltare i piani alla Kioene Padova che sapeva di essere la vittima predestinata ma che ha giocato subito la potenza d’urto dei rivali. I detentori del titolo confermano così la loro buona tradizione contro i veneti che poche volte sono stati capaci di batterli. È la battuta l’elemento in più dei bianconeri con un Atanasijevic superlativo, la squadra è rimasta concentrata sull’obiettivo e non si è concessa pause. La gara da dentro o fuori evidenza dunque che gli stimoli sono quelli giusti ed il conseguente rendimento dei perugini è eccellente. I padroni di casa partono concentrati al massimo e forzano in battuta con Leòn, due suoi ace uniti ai muri di Podrascanin scrivono il vantaggio (7-0). La seconda accelerazione dai nove metri la provoca Atanasijievic e poi Lanza che aumentano il divario (13-4). Entra Randazzo tra gli avversari, ma quando torna a fondo campo Leòn che raccoglie un altro punto diretto il gap è davvero pesante (17-7). Hernandez riesce a contenere il ritardo ma poi, tanto per cambiare, è un ace di Leòn a chiudere il primo set, punto negato dall’arbitro ma conquistato grazie al tempestivo video-check. Invertiti i campi c’è un maggior equilibrio (7-7). Continua lo show bianconero al servizio con Russo che si prende le sue soddisfazioni e manda sul 10-7. Arrivano però una serie di errori a fermare la corsa degli umbri che sono sorpassati (11-13). A contro-sorpassare ci pensa Leòn che si fa perdonare ma poi Ishikawa sale in cattedra e mette il naso avanti (20-21). Plotnytskyi viene gettato nella mischia e mette la freccia (23-22). Nel finale allo sprint decisivo è Atanasijevic che mette un altro ace e sigla il raddoppio. Terza frazione con i locali che spingono e scappano (7-1). Atanasijevic è inarrestabile ed aumenta la cadenza con attacchi potenti e muri solidi (20-13). L’ultimo ad arrendersi è Hernandez ma è vittoria nettissima.
SIR SAFETY CONAD PERUGIA – KIOENE PADOVA = 3-0
(25-20, 27-25, 25-17)
PERUGIA: Atanasijevic 21, Lanza 8, Podrascanin 10, Russo 9, Leòn 9, De Cecco, Colaci (L1), Plotnytskyi 2, Piccinelli, Zhukouski . N.E. – Taht, Ricci, Hoogendoorn, Biglino (L2). All. Vital Heynen e Carmine Fontana.
PADOVA: Hernandez 16, Ishikawa 10, Volpato 5, Polo 4, Barnes 1, Travica 2, Danani La Fuente (L1), Randazzo 2, Casaro. N.E. – Cottarelli, Bottolo, Fusaro, Canella, Bassanello (L2). All. Valerio Baldovin ed Andrea Zappaterra.
Note – Spettatori 2’773.
Durata dei set: 22’, 30’, 21’.
Arbitri – Rossella Piana (MO) e Luca Sobrero (SV).
SIR (b.s. 12, v. 15, muri 7, errori 6).
KIOENE (b.s. 10, v. 4, muri 3, errori 8).

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Gennaio 22, 2020 21:51