Aleksandar Atanasijevic: «Perugia ok, ogni punto è oro»

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Febbraio 17, 2020 13:00
Atanasijevic Aleksandar

Aleksandar Atanasijevic (foto Michele Benda)

E sono quindici le vittorie consecutive, ventuno se al campionato si aggiungono quelle di champions league e di coppa Italia. Quella colta domenica sul campo di Ravenna è anche la prima che la Sir Safety Conad Perugia ha centrato avendo in panchina l’allenatore Carmine Fontana, sostituito di Heynen per il quale la società sportiva ha preferito non cancellare la squalifica pagando la multa (3’100 euro) poiché questa procedura può essere sfruttata una sola volta e magari potrebbe essere utile più avanti in campionato. Non avendola commutata ora la situazione dei provvedimenti disciplinari si è azzerata e dunque c’è ancora un bonus da poter sfruttare. Tutto bene dunque per i block-devils che hanno ceduto anche stavolta un set, ma hanno vinto nuovamente, scongiurando il pericolo derivante dall’assenza del loro tecnico. Ritoccati dunque nuovi record, si festeggia e si guarda avanti. Tra i migliori in campo è stato l’opposto serbo Aleksandar Atanasijevic, premiato come mvp della gara: «Sapevamo di affrontare una squadra veramente forte, che davanti al suo pubblico aveva saputo mettere in grossa difficoltà Civitanova Marche. Siamo stati bravi a portare a casa questa vittoria perché sono rimaste poche partite e ogni punto conta molto. Faccio i complimenti a Ravenna perché è stata molto brava, ma noi siamo riusciti a fare qualcosa di più. Per me è un bene che si giochi mercoledì contro Varsavia così posso prendere un po’ di ritmo visto che non sono andato a Lisbona, perciò spero di giocare. Da giovedì cominceremo a pensare alla coppa Italia, un trofeo a cui teniamo molto. Quest’anno sarà più difficile che mai. Modena sta giocando molto bene». Di grande supporto anche lo schiacciatore Filippo Lanza che ha aggiunto: «Abbiamo conquistato tre punti d’oro. Vincere non è affatto facile a Ravenna. Era molto importante prendere i tre punti sia per la classifica, ma anche perché venivamo da una trasferta lunga che non ci ha potuto far allenare molto. Il gioco a tratti non è stato bellissimo, ma in questo momento ottenere i risultati è più importante del gioco stesso. Ora ci aspetta una settimana dove possiamo caricare con i pesi. Fisicamente abbiamo un po’ patito questo periodo dove non abbiamo toccato la parte fisica e fatto solo viaggi. Soffrire fa parte di quello che ci aspetterà nel fine settimana. Affronteremo una squadra che non mollerà e che, come noi, preparerà al meglio la partita». Si è mostrato moderatamente felice anche il centrale Roberto Russo, ex di turno per la prima volta da avversario a Ravenna: «Ravenna ci ha dato filo da torcere. Vincere era fondamentale e l’abbiamo fatto. Al centro abbiamo fatto una buona gara. Dobbiamo migliorare in quello che non è andato. Alla coppa Italia arriviamo carichi».

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Febbraio 17, 2020 13:00