Ema Strunjak, la baby delle donne di Perugia

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Febbraio 20, 2020 18:00
Strunjak Ema (profilo)

Ema Strunjak (foto Maurizio Lollini)

Nella scorsa domenica si può dire che abbia messo a segno la vendetta della ex in serie A1 femminile, battendo quella Bergamo di cui aveva indossato la maglia nella passata stagione. Ma ora veste i colori della Bartoccini Fortinfissi Perugia ed è concentrata solamente nel perseguire la salvezza. Centrale di belle speranze, pur essendo la più giovane del gruppo, non si tira indietro quando viene chiamata in causa per dare una mano alla squadra. La giocatrice croata Ema Strunjak parla delle sue impressioni: «Mi sto trovando molto bene a Perugia, mi piace molto la sua storia e la sua architettura, c’è sempre qualcosa da scoprire. Anche il nostro palasport è una bellissima struttura dove giocare, sono molto felice di essere qui. Ascolto sempre tanta musica, quando ci alleniamo o giochiamo sono sempre quella che porta la cassa wireless per sentire un po’ di musica, non posso stare con il silenzio, devo sempre ascoltare una canzone, senza musica non potrei vivere. Quando invece non gioco mi piace stare in compagnia, magari con i miei amici o con la mia famiglia, sono molto affezionata a loro, quando siamo insieme non ha importanza cosa facciamo, l’importante è che lo facciamo insieme». L’atleta soprannominata baby (classe 1999) ha mosso i primi passi nel mondo del volley col la squadra di Zapresic, sua città natale. Nel 2013 fa il suo esordio nella massima categoria croata a Zagabria con cui vince due scudetti e due coppe di Croazia. Nel 2017 approda in Italia a Bergamo e la scorsa estate è passata a Perugia. In nazionale ha debuttato con la selezione under 18 nel 2015; l’anno successivo ha esordito con la nazionale maggiore nella World Grand Prix. Ai campionati europei 2019 ha raggiunto gli ottavi di finale.

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Febbraio 20, 2020 18:00