La legge di Perugia non fa sconti al Varsavia

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Febbraio 19, 2020 22:29
Sir Sicoma Monini Perugia (esulta)

la Sir Sicoma Monini Perugia esulta in champions league maschile (foto Michele Benda)

La Sir Sicoma Monini Perugia mette in ginocchio la squadra campione di Polonia nella sesta giornata della fase a gironi di champions league. L’ultimo atto previsto nella fase a gironi sorride alla formazione dei block-devils. Quasi tremila gli sportivi accorsi a sostenere i beniamini di casa, gremendo il palasport di Pian di Massiano, non ha avuto pertanto scampo la Verva Warszawa Orlen Paliwa bombardata da ogni zona del campo dallo scatenato Plotnytskyi prima e dal fuoriclasse Atanasijevic poi. In quattro set viene liquidata la pratica, evidenziando l’ottima condizione mentale, ancor più che atletica, della formazione umbra che si avvicina ai grandi appuntamenti della stagione. Non si sono distratti i bianconeri che sabato giocheranno la semifinale di coppa Italia, ma sono rimasti concentrati per archiviare l’impegno nella maniera migliore. In questa occasione lo staff tecnico ha optato per un assetto tutto nuovo con titolari dal primo minuto Zhukouski in regia, Taht di banda e Piccinelli libero.

Zhukouski Tsimafei (bagher)

il regista Tsimafei Zhukouski impegnato in bagher (foto Michele Benda)

Inizialmente è stato Ricci ad incidere facendo partire meglio i padroni di casa (8-4). La reazione straniera arriva dal muro che a più riprese va a segno e contiene il distacco (15-14). Ad operare un nuovo allungo ci pensa Plotnytskyi (sei palle a terra e 86% in attacco) che affonda impietosamente i suoi colpi mancini e trascina al vantaggio. Alla ripresa il copione è differente con gli ospiti che aumentano l’intensità e colpiscono con Udrys, sul turno di servizio di Kwolek gli errori perugini rincarano la dose e creano la spaccatura (8-16). Sembra tutto perduto ma con un guizzo d’orgoglio di Plotnytskyi ed Atanasijevic i perugini tornano in corsa (19-20). Due palle set sono annullate e il turno di battuta di Taht rovescia (25-24). Non basta però per evitare il pareggio. Nella terza frazione provano a scappare i padroni di casa che però sono ripresi sul 12-12. A mettersi in evidenza è Russo che con uno sbalorditivo 100% offensivo scava il solco e conquista il due a uno. Quarto parziale in mano ai padroni di casa che volano agevolmente sul 14-8. Nel finale c’è spazio anche per l’esordio europeo di Biglino che rileva Russo e va subito a segno due volte (22-17). A chiudere la contesa è Plotnytskyi che manda tutti sotto la doccia.
SIR SICOMA MONINI PERUGIA VERVA WARSZAWA ORLEN PALIWA = 3-1
(25-17, 25-27, 25-16, 25-19)
PERUGIA: Plotnytskyi 20, Atanasijevic 16, Russo 13, Ricci 11, Taht 5, Zhukouski 5, Piccinelli (L1), Biglino 2. N.E. – Leòn, Lanza, Hoogendoorn, De Cecco, Colaci, Podrascanin (L2). All. Vital Heynen e Carmine Fontana.
VARSAVIA: Udrys 15, Tillie 10, Niemiec 8, Kwolek 4, Wrona 4, Brizard 1, Wojtaszek (L1), Grobelny 8, Kròl 2, Kowalczyk 1, Kozlowski, Jaglarski (L2). N.E. – Kopysc. All. Andrea Anastasi e Karol Redzioch.
NOTE – Spettatori 2’818.
Durata dei set: 23’, 32’, 24’, 26’.
Arbitri – Vladimir Simonovic (SRB) e Aleksandros Mylonakis (GRE).
SICOMA (b.s. 13, v. 7, muri 9, errori 14).
VERVA (b.s. 17, v. 2, muri 12, errori 11).

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Febbraio 19, 2020 22:29