Veronica Angeloni: «Perugia altalenante, ora l’acqua è alla gola»

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Febbraio 13, 2020 13:00
Angeloni Veronica

Veronica Angeloni (foto Maurizio Lollini)

Lo spettro della retrocessione aleggia sopra la Bartoccini Fortinfissi Perugia, incappata nell’ennesima sconfitta nel turno infrasettimanale. Se uscire a mani vuote dalla tana della seconda della classe era abbastanza preventivabile, si sperava almeno che le dirette avversarie non andassero a punti, invece anche ciò è avvenuto. Filottrano ha strappato un punto a Casalmaggiore e Brescia ha vinto con Firenze. Le magliette nere invece sono state capaci di sfruttare solo un momento di debolezza altrui. A Busto Arsizio hanno palesato i soliti problemi di continuità di rendimento, riuscendo ad essere competitive nelle fasi iniziali, ma disunendosi alla distanza. C’è da dire che quando le lombarde hanno cambiato diversi elementi, pescando dalla panchina, le umbre non si sono fatte scappare l’occasione di incidere, ma alla fine il risultato è stato negativo. Coach Bovari ha presentato ancora un assetto diverso in campo, vedendosi costretto a rimescolarlo più volte per trovare l’efficacia maggiore. Tra le prove migliori quella della schiacciatrice Regiane Bidias partita dalla panchina, e quella di capitan Veronica Angeloni, miglior realizzatrice della serata, che ha detto a fine gara: «Sappiamo di essere con l’acqua alla gola non possiamo nasconderci, ogni partita a prescindere dall’avversario dobbiamo cercare di fare il massimo, ovviamente sappiamo quanto è forte Busto Arsizio ma anche se non era facile dovevamo provare ad ottenere qualche punto, pur essendo in bilico andremo avanti cercando di stare con i piedi più saldi possibile. Alterniamo buone prestazioni a momenti di buio totale, dobbiamo ripartire da quello che facciamo di buono e sperare di andare avanti mantenendo il livello buono».

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Febbraio 13, 2020 13:00