Aleksandar Atanasijevic: «A Perugia per vincere ancora»

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Marzo 6, 2020 10:00
Atanasijevic Aleksandar

l’opposto Aleksandar Atanasijevic

Continua la rincorsa in champions league maschile della Sir Sicoma Monini Perugia che è rientrata dalla Siberia con qualche certezza in più, quella di non aver perso l’abitudine a vincere e quella di non aver perso lo smalto nel gioco. In una trasferta complicata dove oltre ai fattori esterni c’era qualche incertezza sulle perfette condizioni fisiche della squadra, il protagonista assoluto è stato l’opposto serbo Aleksandar Atanasijevic che ha dichiarato: «Quella di Novy Urengoy non era una partita facile, contro una squadra con un organico competitivo, con un viaggio lungo e complicato. Il risultato ci ha premiato e nella gara di ritorno di martedì prossimo proveremo a chiudere i conti». Scongiurato il pericolo della sosta prolungata e cancellate le scorie della sconfitta di coppa Italia, si è riaperta la striscia vincente che si era fermata a ventitré. «Abbiamo trasformato la rabbia accumulata in energia positiva ed abbiamo ritrovato subito il sorriso. Nello sport vince una sola e dobbiamo accettare il verdetto rimanendo concentrati sui trofei rimasti che sono molto importanti, specie la champions league che manca nella bacheca del club. Abbiamo già provato a vincerla ma ancora non ci siamo riusciti. Ad ogni modo non mettiamo in secondo piano il campionato, la nostra squadra è stata costruita per vincere e proveremo a fare il massimo in entrambe le competizioni». Nelle scorse settimane, l’atleta ventottenne ha rinnovato il suo contratto con i block-devils firmando un biennale, ciò significa che quando avrà trent’anni ne avrà trascorse nove a Perugia, un caso più unico che raro. «Sono parte di uno dei club più forti al mondo e da quando sono arrivato in bianconero la mia voglia di vincere non è cambiata, perciò non ho avuto dubbi nel prolungare l’accordo». Le notizie di mercato di questo periodo non riguardano solo lui, dalla squadra umbra pare che si separerà il regista argentino De Cecco ed è inevitabile un pensiero sull’argomento. «Gioco insieme a De Cecco dal 2014, lo conosco quasi più della mia famiglia. Ma sono tranquillo, se andrà via la società saprà trovare un sostituto all’altezza».

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Marzo 6, 2020 10:00