Francesca Micori: «Ci rimbocchiamo le maniche»

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Marzo 28, 2020 10:00
Micori Francesca

Francesca Micori in tenuta da lavoro

Giorni tranquilli per chi resta a casa, molto più impegnativi ed agitati per chi lavora nei policlinici, magari in qualità di operatore socio-sanitario (oss), come la ex giocatrice di pallavolo Francesca Micori che è operativa nell’ospedale Media Valle del Tevere a Pantalla, struttura temporaneamente convertita in ‘Centro Covid-19’ per sopperire alle crescenti richieste dell’emergenza pandemica, e che racconta il momento: «Da una settimana a questa parte per me è cambiato tutto, dal lavorare a Medicina Generale a ritrovarsi catapultati in un mega reparto (in pratica tutto l’ospedale) adibito a Covid-19, quindi tutto malattie infettive. È cambiata l’assistenza ai pazienti con i quali prima riuscivi a rapportarti (familiari compresi), è cambiato il nostro modo di lavorare, tutte le sicurezze che avevo acquisito in anni di lavoro sono andate a farsi benedire. Ci siamo rimboccati le maniche e siamo ripartiti da zero con procedure e protocolli completamente diversi; anche a casa una certa distanza è sempre meglio tenerla. Prima bastava mettere la divisa e ci si poteva spostare in tutti i reparti tranquillamente per accompagnare i pazienti a fare i vari esami, per trasportare i prelievi, per ritirare e distribuire il vitto, ora ci sono tutti percorsi, sporchi e puliti, indossiamo il doppio camice, i calzari copri scarpe e le mascherine di tipo Ffpp2 o Ffpp3 con sopra la maschera di protezione facciale; tutti gli esami si fanno nella zona rossa».

Micori Francesca (tuta)

Francesca Micori insieme ad una collega con la tuta di protezione

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Marzo 28, 2020 10:00