Perugia: è la gara più dura quella di Novy Urengoy

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Marzo 3, 2020 11:00
Sir Sicoma Monini Perugia (staff)

lo staff tecnico e gli atleti della Sir Sicoma Monini Perugia di champions league maschile

Dopo dieci giorni di assenza dalle competizioni la Sir Colussi Sicoma Perugia torna a giocare mercoledì 4 marzo la gara d’andata dei quarti di finale della champions league. Lo farà sul campo della Fakel Novy Urengoy che in campo continentale ha registrato un percorso abbastanza spedito, avendo conquistato il primo posto del suo girone. Si tratta di un match difficile, innanzitutto perché i block-devils sono assenti dalle competizioni da dieci giorni, vengono da una sconfitta che brucia in coppa Italia, hanno affrontato un viaggio lungo con un bel fuso orario, ed infine perché sono stati completamente fermi due giorni. I russi però sono slittati nella seconda fascia a causa di un bottino peggiore rispetto alle altre vincitrici di pool, e sono stati sorteggiati contro gli umbri, una delle teste di serie. Alle ore 19 locali (le ore 15 italiane) sarò dato fischio d’inizio al match che segna l’inizio per la seconda parte della competizione continentale, quella dei play-off in cui non si può sbagliare. La partita sarà trasmessa in diretta streaming su Dazn e su Eurovolley.tv come di consueto per gli abbonati al servizio. I padroni di casa allenati da Camillo Placì sono una delle tante squadre attrezzate del paese e vantano diverse partecipazioni alla superlega russa, ma attualmente sono sesti in classifica nel proprio torneo nazionale con un record di undici vittorie e sette sconfitte. L’ottimismo è stato ritrovato negli ultimi giorni, infatti dopo aver passato un periodo difficile la squadra è tornata a vincere due partite di fila. Le ‘torce’ hanno un organico basato quasi esclusivamente su giocatori di nazionalità russa, con due eccezioni, i più rappresentativi ad ogni modo sono gli schiacciatori Dmitrii Volkov ed Egor Kliuka (che però non dovrebbe giocare a causa di un infortunio). I ragazzi del tecnico Vital Heynen hanno dovuto affrontare la trasferta più lunga che potesse spettargli ed in terra straniera cercano di smaltire l’ultima sconfitta per ipotecare il passaggio del turno. Tra gli ospiti è prevedibile lo schieramento della miglior formazione con la probabilità di rivedere in campo il martello Oleh Plotnytskyi, ma è altresì logico che a guidare l’assalto dovrà pensarci il capitano e palleggiatore Luciano De Cecco. L’appuntamento dunque passa al campo, le gare da dentro o fuori mettono sul piatto una pressione maggiore rispetto alle precedenti. Otto le formazioni rimaste in gara e due le avversarie da eliminare per arrivare a giocare per il titolo più prestigioso tra quelli assegnati dalle competizioni per club. Questi gli abbinamenti dei quarti di finale: Roeselare (BEL) – Civitanova Marche (ITA); Trento (ITA) – Jastrzebski (POL); Novy Urengoy (RUS) – Perugia (ITA); Kemerovo (RUS) – Kedzierzyn Kozle (POL). Per arbitrare questo confronto sono stati designati i fischietti Dobromir Dobrev (BUL) e Maciej Twardowski (POL). Possibile assetto Novy Urengoy: Kolodinsky in regia e Padar opposto, Gutsalyuk e Kolenkovskii centrali, Volkov e Bogdan schiacciatori, Shoji libero. Probabile formazione Perugia: ad alzare De Cecco in diagonale con Atanasijevic, in zona-tre Podrascanin e Ricci, di banda Leòn e Plotnytskyi, libero Colaci.

Mosca-NovyUrengoy

il volo aereo da Mosca a Novy Urengoy comparato con le distanza dall’Italia

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Marzo 3, 2020 11:00