Emergenza sanitaria, attenzione alle truffe online

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Aprile 17, 2020 08:00
Cyber-truffa

la polizia impegnata a fermare una cyber-truffa

Tutti a casa, tutti connessi, una situazione quasi obbligata per ammazzare il tempo. Ma in questa situazione si moltiplicano i rischi di phishing attuati dagli hacker. Da quando è iniziata l’emergenza sanitaria la polizia postale non fa uscire la gente da casa per andare a denunciare, ci sono 90 giorni di tempo per farlo (è un reato procedibile a querela di parte). Chi contatta gli uffici per segnalare la truffa subita viene invitato a inserire la denuncia online tramite il portale www.commissariatodips.it per poi ratificarla appena le misure restrittive verranno ridotte. Le denunce ricevute ora sono solo quelle per casi di comprovata emergenza. Rispetto ai normali episodi che si sono verificati negli ultimi anni alcuni hanno lamentato il fatto che la merce non arriva (anche perché per la maggior parte proviene da paesi asiatici) mentre in pochi hanno riferito di essere stati truffati da venditori privati che, speculando sul momento di forte richiesta, hanno messo in vendita presidi sanitari tipo mascherine, sanificanti, o altro. Nonostante il periodo, non sembra che ci sia un particolare aumento delle frodi online, consultando i dati disponibili si evince che ci sono stati finora pochi casi di cyber-sciacalli ma non mancano le eccezioni, nei giorni scorsi la stampa ha diffuso la notizia che sono state fatte indagini sulla vendita su internet di falsi tamponi.

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Aprile 17, 2020 08:00