Gianni Eraclei: «Ci sforziamo di apparire sereni»

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Aprile 4, 2020 10:00
Eraclei Gianni (ok)

Gianni Eraclei

Chi fa parte delle tifoserie organizzate è abituato a soffrire dagli spalti ed è anche abituato a dare il proprio contributo per vincere le battaglie. Tra i coordinatori del gruppo dei supporter di Perugia c’è Gianni Eraclei che essendo infermiere è ora in trincea per l’emergenza sanitaria: «Questo virus ha fermato il mondo, minato certezze, stravolto ogni cosa. Dopo aver svolto la professione per quindici anni a Perugia, adesso lavoro a Città di Castello, ospedale Covid-19 per l’emergenza. Faccio parte di una equipe preparata e determinata a combattere questa guerra. Lavoriamo in un ambiente blindato e surreale, ci sforziamo ad essere sereni ed infondere serenità ai pazienti anche se a volte risulta essere difficile. Siamo professionisti ma anche persone, ognuno a combattere, oltre la pandemia, la propria stanchezza e i propri timori. Manca tutto, la serenità, la liberà, a volte la salute… Sono orgoglioso di essere un membro dei Sirmaniaci, e ci stiamo organizzando per una raccolta fondi per l’ospedale. In questo momento manca la curva, la condivisione di una passione, ma credo che sia difficile immaginare di mettere insieme cinquemila persone dentro un palazzetto per un periodo che sarà lungo a prescindere. Noi ci faremo trovare comunque pronti, forse per il prossimo campionato con ragionevole probabilità». Non è la prima volta che i tifosi perugini (720 i tesserati) si adoperano per cause nobili, anzi, periodicamente promuovono delle donazioni di sangue in massa, una risorsa in tutti i sensi.

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Aprile 4, 2020 10:00