Gino Sirci: «Champions League vittima del Covid-19»

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Aprile 25, 2020 09:00
Sirci Gino

Gino Sirci (foto Michele Benda)

La decisione della Cev di chiudere la stagione senza decretare alcuna vincitrice era in qualche modo attesa, ma di certo l’amarezza non può essere nascosta. D’altro canto però la stessa confederazione europea ha deciso di mettere in campo un cosiddetto ‘Piano Marshall’ che consiste nel distribuire alle squadre ancora in corsa il montepremi non ancora erogato. Volendo spartire in parti uguali la cifra a disposizione negli ultimi turni alla Sir Sicoma Monini Perugia spetterebbero circa 100’000 euro. Da un calcolo sommario che si può fare con i dati in possesso, si evince infatti che erano ancora sette le squadre incorsa per la champions league maschile (una già qualificata in semifinale e sei ai quarti di finale), mentre l’importo residuo da spartire ammontava a circa un milione di euro ed. Un piccolo ma importante sostegno al club bianconero in questo momento difficile. Questo il commento del presidente Gino Sirci: «Non possiamo che essere tristi. Il coronavirus ha fatto tante vittime, una delle tante è la massima competizione continentale. La decisione è stata presa dalla Cev con coscienza, tutelando la salute senza mandarla tanto per le lunghe. Non hanno voluto prendere rischi e io rispetto la loro decisione. Prendo atto e mi adeguo, il fenomeno d’altra parte è talmente diffuso in Europa che non si può pensare di risolverlo nel giro di due o tre mesi in sicurezza. Speriamo di trovare delle medicine giuste e dei vaccini efficaci per prepararci con le corrette contromisure per affrontare la prossima stagione, magari cominciando a giocare le prime partite nell’ultima settimana di agosto in modo da essere più preparati».

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Aprile 25, 2020 09:00