Giulia Uccellani: «La scuola va avanti»

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Aprile 11, 2020 12:00
Uccellani Giulia

Giulia Uccellani

Se è vero che la maggioranza delle persone è chiusa in casa a combattere la noia, è anche certo che molte delle categorie professionali che sono rimaste in attività hanno visto complicato il loro svolgimento. Ciò è senz’altro valido per i docenti come Giulia Uccellani, atleta del Bastia Volley di serie C femminile che nella vita è insegnate di scuola primaria a Foligno: «Per quanto riguarda organizzazione inizialmente abbiamo utilizzato il registro elettronico per assegnare i compiti e dare le varie comunicazioni, poi pian piano abbiamo iniziato ad usare anche altre piattaforme come classroom, google meet e se necessario anche whatsapp, in modo da entrare in contatto con i bambini ricevendo quindi dei feedback, sia a livello didattico (mediante la consegna dei compiti) sia a livello di condivisione e confronto anche dal punto di vista più umano. Per quanto riguarda il lavoro di programmazione e coordinazione tra le insegnanti, utilizziamo le video chiamate su una piattaforma predisposta dalla scuola, in questa maniera possiamo concordare attività e compiti da proporre. Le difficoltà che riscontriamo sono principalmente legate alla connessione internet (diversa per ogni zona di residenza, ndr), alla disponibilità di strumenti tecnologici e alla concomitanza di video lezioni dove ci sono più fratelli. Coordinare il tutto, proporre attività fattibili e funzionali all’apprendimento non è affatto semplice. Sia il Governo che i singoli plessi scolastici si sono attivati per fornire dei sostegni, inoltre sono arrivati anche dei fondi per gestire al meglio la situazione. Bisogna tenere conto che i ragazzi hanno dai 6 agli 11 anni e per usare la tecnologia devono essere aiutati dai genitori o da fratelli e sorelle più grandi. In questa settimana ci sono state le prime video lezioni di prova con le classi quinte e da dopo le vacanze si procederà anche con le altre classi. Per ora più o meno impiego lo stesso tempo di prima a preparare gli incontri, perché nel mio caso ho metà orario e mi occupo del sostegno in una sola classe. Dopo Pasqua inizierò con le video lezioni e probabilmente il carico di lavoro aumenterà».

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Aprile 11, 2020 12:00