Pallavolo, disciplina rischiosa per il Covid-19

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Aprile 30, 2020 10:00
ball-mask

pallavolo con la mascherina

In questi giorni il Comitato Olimpico Nazionale Italiano è in continuo dialogo con il Minestro dello Sport per far ripartire quanto prima gli sport nazionali, almeno per quanto riguarda gli allenamenti individuali. In quest’ottica, grazie alla collaborazione con il Politecnico di Torino ha consegnato al Governo un report dal titolo “Lo sport riparte in sicurezza”. Uno studio dettagliato dei rischi di contagio su cui ogni disciplina può incorrere in base alle proprie caratteristiche. La classifica che emerge evidenzia la pallavolo come una delle attività a maggiore rischio di trasmissione contagio, superiore talvolta anche agli sport di contatto. Il modello preso in esame tiene presente per ciascuna disciplina sportiva gli aspetti valutativi della distanza, dei dispositivi di protezione e della possibilità di utilizzo di tecnologie applicate allo sport (digitalizzazione). Gli aspetti negativi per il volley sono rappresentati dalla vicinanza tra le panchine, la presenza di spettatori e dal fatto di giocare in un ambiente al chiuso. Per una eventuale ripresa degli sport di squadra, inoltre, si ipotizzano tamponi da fare a tutti gli atleti 48 ore prima della partita, mentre in panchina gli atleti, i tecnici e i dirigenti dovrebbero essere distanziati ed indossare la mascherina. Un aspetto fortemente sfavorevole è l’aerosol di goccioline prodotto sotto sforzo che trasmette i germi nell’aria e che nella pallavolo, nonostante la rete separi le squadre, in azioni quali il muro vede gli atleti molto vicini.

Indice rischio (tabella)

Indice rischio (tabella)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Aprile 30, 2020 10:00