Daniele Santarelli: «Una A1 monca ha pregi e difetti»

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Luglio 16, 2020 08:00
Santarelli Daniele

Daniele Santarelli

La serie A1 femminile medita sulle ultime notizie ufficiali riguardanti le iscrizioni al campionato. Rispetto alla stagione scorsa, chiusa in anticipo con il blocco delle retrocessioni, non ci sarà la marchigiana Filottrano. Sono già cominciati gli allenamenti delle campionesse del mondo di Conegliano Veneto che sono guidate sempre dal coach di origine folignate Daniele Santarelli dice la sua sulla situazione: «Una squadra ferma ogni settimana non farebbe rinuncia alla A1, al suo posto potrebbe salire Trento e sarebbe un bene per l’immagine della disciplina. Un campionato a tredici squadre non sarebbe bello per il movimento italiano, ma giocare due gare in meno in una stagione che si preannuncia intensa sarebbe un aspetto positivo nella gestione della squadra». Ponendo che tutte e tredici le richieste passino il vaglio della commissione di ammissione, il numero pari potrebbe essere ‘ristabilito’ da Trento, società che ha presentato richiesta di iscrizione alla lista delle aspiranti ripescate, mentre il Club Italia sarà di nuovo in Un A2. «Ci aspetta una stagione lunga ma al tempo stesso intensa, perché è stato anticipato l’inizio del campionato ma anche la sua fine. Con questi presupposti giocare due gare in meno sarebbe positivo. Anche se le squadre fossero quattordici, comunque, due partite in più di cui una in casa non cambierebbero molto le cose».

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Luglio 16, 2020 08:00