Primo round senza esiti tra Perugia e Lanza

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Agosto 12, 2020 14:00
Lanza-Sirci (felici)

Filippo Lanza e Gino Sirci (foto Michele Benda)

Fumata nera alla camera di conciliazione della Lega Pallavolo Serie A maschile, la seduta tenutasi ieri tra i rappresentanti della Sir Safety Conad Perugia e quelli di Filippo Lanza si è risolta con un nulla di fatto. Niente da eccepire nel comportamento del club nei confronti del giocatore veneto. I block-devils nei mesi scorsi avevano confermato Leòn e Plotnytskyi ed ingaggiato l’olandese Ter Horst ed il tedesco Sossenheimer, in questa maniera Lanza si era visto praticamente messo fuori rosa, seppur sotto contratto per un’altra stagione. Il giocatore insomma non rientra nei piani del club ma continua ad allenarsi regolarmente, pur non partecipando alle sedute specificatamente tattiche. Le due parti hanno avuto un primo colloquio schietto ma hanno rimandato la decisione ad un prossimo incontro. Il martello della nazionale azzurra chiede il rispetto del contratto, ma ha la necessità di essere allenato. La società sportiva bianconera ha assicurato di voler rispettare i termini economici del contratto ma è chiaro che voglia evitare una spesa inutile. È ipotizzabile che a breve ci sia una proposta economica per una rescissione contrattuale che potrà liberare l’atleta e fargli trovare una nuova collocazione in Italia o all’estero. Al termine della seduta l’agente del giocatore Luca Novi ha spiegato: «Abbiamo ricevuto ampie garanzie da Perugia per l’anno di contratto ancora in vigore. Ad ogni modo ci rendiamo conto che il giocatore non rientra nei piani tecnici dell’allenatore. Va trovata una soluzione e credo la troveremo al più presto».

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Agosto 12, 2020 14:00