Roberto Farinelli commenta il girone della School Volley Perugia

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Agosto 27, 2020 08:00
Farinelli Roberto (mascherina)

Roberto Farinelli (foto Angelo Pagano)

È stata resa nota pochi giorni fa la composizione dei gironi di serie B2 femminile. La Faroplast Perugia è stata inserita in un raggruppamento tecnicamente ostico, oltre che oneroso per le trasferte. Non è stata garantita, nonostante le assicurazioni fatte in giugno dagli organi competenti, la continuità territoriale. Trestina e Castiglione del Lago si ritrovano nel girone I e le due formazioni di Perugia e Ponte Felcino nel girone H dove sono presenti Chiusi, Siena, Pontedera, Cecina, Pistoia e Firenze (quest’ultima città rappresentata da ben quattro formazioni), ma la ciliegina arriva dalla presenza della ligure La Spezia che sarà la trasferta più lunga con oltre trecento chilometri. Commenta il girone il tecnico folignate Roberto Farinelli: «Sarà un torneo stimolante, in tre anni possiamo affermare che nel nostro piccolo abbiamo girato l’Italia. Siamo partiti da un girone composto da Lazio e Sardegna ed arrivati oggi a Toscana e Liguria, transitando per Romagna e Marche.  Le avversarie sono completamente nuove per noi, le squadre toscane si caratterizzano per essere fisicamente potenti e tecnicamente valide. La difesa è il loro migliore fondamentale, ma sono anche dotate di potenza d’attacco. Affronteremo le trasferte più lunghe in questi tre anni, incideranno ma sarà una difficoltà comune alle nostre avversarie. Per la salvezza ci siamo, ma il nostro obiettivo sarà imporre la nostra filosofia di gioco, aldilà del girone in cui siamo inseriti. Abbiamo la maturità sportiva per imporci come realtà solida, deve essere questa la nostra ambizione».
(fonte School Volley Perugia)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Agosto 27, 2020 08:00