Filippo Agostini: «San Giustino ha buone opportunità»

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Settembre 9, 2020 08:00
Agostini Filippo (polo)

Filippo Agostini

La Pallavolo San Giustino ha ufficialmente presentato la nuova stagione sabato scorso. Ha accolto tutti i partecipanti con un caloroso saluto di benvenuto il presidente Claudio Bigi, sottolineando quelli che sono i valori fondamentali di questa grande famiglia, quali il rispetto reciproco e l’impegno. Il progetto che verrà perseguito nel corso dell’anno è molto ambizioso; sarà una stagione speciale e andrà gestita nel migliore dei modi. Un anno veramente importante, anche per il legame con Volley Club Altotevere Umbro. «Il lavoro estivo è stato molto impegnativo e tutti hanno contribuito per ripartire al meglio dopo un’annata difficile». Presentato poi lo staff con i nuovi membri a partire da coach Francesco Moretti che si è rivolto alla squadra parlando della giusta mentalità necessaria in questa nuova avventura, di quello che sarà il lavoro tecnico, di come si dovrà crescere e aiutarsi reciprocamente. A seguire è stato illustrato il programma di lavoro e sono state effettuate le misurazioni ed i test medici per affrontare la preparazione fisica. Al termine dell’incontro sono state scattate le foto con le divise ufficiali. I boys sono prontissimi ad affrontare questa nuova stagione agonistica, questa la dichiarazione del centrale Mirko Miscione: «Sono sincero, la dirigenza mi è stata molto dietro per farmi venire qui. Ho fatto in giro alcune telefonate e trovare società serie e organizzate come la questa non è cosa da poco in questo periodo. Ho già vinto in carriera due campionati e quindi ho l’occasione buona per fare il tris al mio ritorno in Umbria, regione nella quale c’è molta passione per il volley». Le parole dello schiacciatore Filippo Agostini: «Subito alla prima di campionato giocheremo nella mia Foligno, ma al di là di questa combinazione di calendario è una buona opportunità per me e per la squadra, perché alla base di tutto c’è un progetto importante ed ambizioso. Vi sono uno staff e un’organizzazione societaria che non si trovano in serie A. I presupposti per fare bene non mancano e personalmente posso tornare a giocare in un palazzetto nel quale ero stato da avversario ai tempi delle giovanili». Così lo schiacciatore Rinaldo Conti, veterano del gruppo: «La squadra ha aumentato quest’anno il proprio tasso tecnico. Come è stato sottolineato, sono stati aggiunti quei tasselli che lo scorso anno erano venuti a mancare, per cui ci ritroviamo con sette giocatori titolari a tutti gli effetti e con una panchina lunga, altro presupposto fondamentale per pensare in grande». Il pensiero dell’opposto Leonardo Puliti che veste ancora la maglia altotiberina: «Sono qui da due anni e fin da subito mi sono integrato bene sia con la squadra che con il territorio, devo dire che ho ricevuto tanto. Il girone ha un livello tecnico medio-alto, anche se non vi sono teste di serie e sono poche le squadre con un certo blasone. Sarà un campionato più equilibrato rispetto a quello dello scorso anno e prevedo partite molto tirate, non mi stupirei se molte di esse finissero al tie-break». La giornata si è conclusa con una cena conviviale alla quale hanno preso parte tutti i membri della società. Da lunedì gli atleti sono impegnati in sala pesi con il preparatore atletico Giovanni Collacchioni due volte al giorno, previste anche delle camminate lungo il territorio cittadino.
(fonte Pallavolo San Giustino)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Settembre 9, 2020 08:00