Perugia si scioglie a distanza e liquida Modena

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Settembre 13, 2020 22:30
Solé Sebastian (attacco)

Sir Safety Conad Perugia in attacco con il centrale Sebastian Solé (foto Michele Benda)

Il primo grande evento della stagione va in onda in un’atmosfera abbastanza surreale per i canoni a cui erano abituati gli assidui frequentatoti del Pala-Barton, poco più di seicento di spettatori e timidi cori che non hanno inciso sulla squadra locale della Sir Safety Conad Perugia che però ha conquistato un vittoria roboante. Nella prima semifinale della supercoppa italiana i bianconeri hanno svolto bene il loro compito mostrando la concretezza che serviva per riprendere confidenza con una gara che conta e per superare la temibile Leo Shoes Modena, probabilmente la squadra più in forma del periodo preparatorio a giudicare dai risultati delle amichevoli. A fare la differenza è stata la correlazione muro-difesa, con i block-devils appannati inizialmente ma capaci di operare una progressione energica. Gli emiliani partono decisi e cercano la fuga a più riprese con un attacco concreto che va a segno senza grossi problemi e che capitalizza tutti i palloni, sfruttando anche qualche battuta fortunata che con la complicità del nastro inganna i locali (14-17). A rimettere le cose al loro posto ci pensa Leòn che dopo qualche attacco preciso piazza il primo ace di potenza e aggancia ma dura poco perché poi i perugini pasticciano e vanno ancor più sotto (18-22). Un altro colpo di coda rovescia sul finale e l’errore ospite vale l’uno a zero. Alla ripresa partono meglio gli umbri che però vengono ripresi in poco tempo (11-11). Si mette in evidenza Vernon-Evans che con un buon turno di servizio sblocca la situazione in proprio favore ma i quattro punti di margine vengono sperperati e si torna in perfetto equilibrio (20-20). I canarini mettono anche la testa avanti ma la concentrazione dei punti determinanti non manca al team perugino che con un ace di Leòn sigla il raddoppio. Terza frazione di gioco condotta sin dall’inizio dai locali che con Solé e Plotnytskyi provano a chiudere all’angolo i rivali (12-10). Si mette in evidenza Ricci che incrementa l’andatura e allarga il divario (21-15). Il finale è ormai scritto e basta attendere l’errore altrui per festeggiare il primo successo.
SIR SAFETY CONAD PERUGIA – LEO SHOES MODENA = 3-0
(26-24, 25-23, 25-20)
PERUGIA: Leòn 16, Solè 12, Plotnytskyi 10, Vernon-Evans 7, Ricci 5, Travica 2, Colaci (L1), Ter Horst 1, Zimmermann. N.E. – Biglino, Sossenheimer, Atanasijevic, Piccinelli, Russo (L2). All. Vital Heynen e Carmine Fontana.
MODENA: Karlitzek 15, Lavia 11, Stankovic 11, Petric 3, Christenson 2, Mazzone 1, Grebennikov (L1), Bossi 3, Vettori 1, Porro 1, Estrada Mazorra 1. N.E. – Sanguinetti, Rinaldi, Iannelli (L2). All. Andrea Giani e Sebastian Carotti.
Note – Spettatori 620.
Durata dei set: 35’, 30’, 28’.
Arbitri: Marco Zavater (RM) ed Armando Simbari (MI).
SIR (b.s. 11, v. 5, muri 10, errori 7).
LEO (b.s. 12, v. 6, muri 7, errori 10).

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Settembre 13, 2020 22:30