Sebastian Solé: «All’inizio a Perugia le gambe tremavano»

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Settembre 14, 2020 16:00
Solé Sebastian (intervista)

Sebastian Solé

L’inizio è col passo giusto, la Sir Safety Conad Perugia nel suo palasport non tradisce i fedelissimi, circa seicento, che non hanno voluto perdersi la prima gara ufficiale della nuova stagione. Una supercoppa italiana carica di aspettative e di curiosità a causa del lungo stop e delle nuove disposizioni in materia sanitaria che hanno costretto i tifosi a tenersi distanziati e, in pratica, ad improvvisare qualche coro vista l’assenza di una minima pianificazione. Niente striscioni, niente tamburi, niente megafoni, i Sirmaniaci hanno cantato ed applaudito ma dal campo non si è percepito il solito contributo. Ad ogni modo è arrivato il successo sperato per i block-devils che si sono imposti in tre set sulla rivale Modena, un risultato più rotondo di quanto si potesse auspicare. Non tragga però in inganno il tre a zero, perché i primi due set sono stati molto equilibrati, con gli umbri spesso ad inseguire, e la differenza è stata fatta da piccolissimi particolari. Al termine del match ha esternato la sua gioia il centrale Sebastian Solé, eletto miglior giocatore in campo: «Abbiamo vinto questa gara con l’atteggiamento, con la voglia di non mollare mai. Siamo stati sotto per due set, siamo rimasti pazienti, abbiamo commesso qualche errore, ma siamo stati sempre lì, pensando ad una singola azione alla volta. Sono veramente contento, ho pensato a lungo a come sarebbe stata questa partita, è un qualcosa di emozionante. Da tanti anni gioco a pallavolo ma tornare in campo stavolta mi ha fatto tremare un po’ le gambe. La prima vittoria è il primo passo, ma ora dobbiamo cancellare tutto e pensare alla prossima, cercando soprattutto i miglioramenti all’interno del nostro gruppo». In campo con i gradi di capitano, visto il mancato utilizzo di Atanasijevic, ha diretto la squadra con la classe del veterano il regista Dragan Travica che ha detto: «Buon esordio e ottimo il tre a zero in casa. Non siamo contentissimi del gioco perché c’è molto da migliorare, ma lo sapevamo. Pur non avendo continuità siamo rimasti lucidi, e questo è stato importante, non è una cosa che si allena e ciò mi ha sorpreso e mi è piaciuto molto. Ci siamo detti da un po’ di tempo che dovevamo avere il giusto atteggiamento, siamo stati di parola, è la benzina migliore per far girare il motore. Ovviamente cercheremo di essere più fluidi perché domenica prossima sarà un capitolo diverso, troveremo in trasferta una rivale più agguerrita e più preparata e dovremo esserlo anche noi».

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Settembre 14, 2020 16:00