Wilfredo Leòn: «Un premio al lavoro della squadra»

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Settembre 26, 2020 12:00
Leòn Wilfredo (mvp)

il premio di mvp della supercoppa a Wilfredo Leòn

La bacheca si arricchisce. Con il successo nella supercoppa italiana la Sir Safety Conad Perugia inizia ottimamente l’era post pandemia. È arrivato venerdì il sesto storico trionfo del club bianconero che torna a ruggire. Sul gradino più alto del podio c’è la squadra di coach Vital Heynen, alla sua seconda affermazione italiana: «Per noi era importante vincere, con un avversario di grande livello come Civitanova Marche e senza dimenticare che eravamo senza due giocatori. Ma la squadra ha giocato sempre, dimostrando grande carattere. Abbiamo lavorato molto sulla costruzione di un gruppo coeso, i ragazzi hanno giocato sempre insieme». Tutti hanno girato magnificamente, ma in particolare Wilfredo Leòn che è risultato con pieno merito miglior giocatore del torneo: «Il miglior giocatore stasera è stata la squadra. Abbiamo fatto un lavoro duro in preparazione e la supercoppa l’ha vinta la squadra con il lavoro di ogni giorno. Abbiamo combattuto, è stata una finale bellissima contro uno squadrone forte. Grazie ai nostri tifosi che sono venuti ed a quelli che hanno tifato da casa. Un risultato molto grande, vincere due volte consecutive era un mio obiettivo. Siamo una squadra molto giovane quest’anno e abbiamo provato a fare il nostro meglio. Ci sono stati momenti difficili ma la cosa importante è vincere. Dopo la sospensione prolungata per la pandemia credo che sia un risultato importantissimo. Quando sono caduto male sulla caviglia ho avuto paura ma ho chiesto a Dio di farmi finire la partita e grazie a lui ho vinto. Tutti dobbiamo capire che non è facile nemmeno allenarci in questo periodo ma volevo portare a casa la medaglia per mia moglie e i miei figli». Torna alla vittoria il regista Dragan Travica che fa centro appena arrivato in bianconero: «Forse ho servito anche troppo Leòn ma credo che un giocatore del suo calibro debba essere sfruttato in queste partite. Abbiamo giocato con un assetto particolare, senza Atanasijevic e Ter Horst che ha rilevato Vernon-Evans senza allenarsi mai da opposto. Sono onorato di aver preso il posto di uno come De Cecco ma io cerco la motivazione dentro di me e spero di avere altre possibilità di portare a casa una vittoria. Se si è giocato il nostro gioco di squadra significa che abbiamo raggiunto il nostro obiettivo, ci siamo fidati gli uni degli altri. Bisogna dire anche che Ricci non poteva essere sovraccaricato troppo perché aveva un problema fisico che gli aveva impedito di allenarsi negli ultimi tre giorni. Bene così». Esausto ma felice Massimo Colaci a fine gara: «Sono partite che da gusto giocarle, mi sono divertito un sacco a stare in campo perché è sempre un piacere misurarsi contro un’avversaria così forte».

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Settembre 26, 2020 12:00