Oleh Plotnytskyi: «Bella reazione di Perugia»

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Ottobre 5, 2020 12:00
Plotnytskyi Oleh (palla)

Oleh Plotnytskyi (foto Michele Benda)

Il pericolo annunciato è stato superato con la seconda vittoria netta consecutiva che mantiene a punteggio pieno la Sir Safety Conad Perugia nel campionato di superlega maschile. Di certo non si è trattato di una passeggiata, ma il successo in quattro set sul campo di Piacenza equivale ad una bella iniezione di fiducia per i block-devils che ora rimangono in testa alla classifica a braccetto con la sola Milano. Per onore del vero bisogna dire che gli umbri hanno avuto anche un pizzico di fortuna dato che domenica scorsa gli emiliani hanno dovuto fare a meno del palleggiatore titolare Hierrezuelo, una defezione improvvisa difficile da tamponare. A commentare la prestazione ci pensa il centrale Fabio Ricci: «Sapevamo che sarebbe stata dura. Non era facile a Piacenza contro un avversario allestito per disputare un buon campionato. Abbiamo giocato molto bene. Peccato per il terzo set, nel quale abbiamo commesso qualche errore di troppo consentendo agli avversari di tornare in partita. Nel quarto però abbiamo ripreso a fare il nostro gioco. A muro abbiamo tenuto bene. Eravamo coscienti del fatto che Grozer ed i loro schiacciatori fossero i loro punti di riferimento. Li abbiamo toccati e murati abbastanza. Rispetto alla gara contro Vibo Valentia siamo andati molto meglio nella fase muro-difesa. Ci sono ancora tante cose da migliorare, da fare ma la strada è quella giusta e ci portiamo a casa tre punti importanti. Ora contro Padova ci aspetta una gara difficile. Verrà a Perugia giocando la sua pallavolo al massimo possibile, rischiando il tutto per tutto. Noi dobbiamo continuare a vincere». È apparso disteso anche lo schiacciatore Oleh Plotnytskyi che ha aggiunto: «Il lavoro svolto negli ultimi giorni è stato di buon livello. Nei primi due set abbiamo giocato bene, nel quarto poi ci siamo ripresi dopo aver perso il terzo. Questi sono tre punti importanti. Sono contento di aver giocato una buona partita in ricezione, ma è il mio lavoro. L’intesa con Travica sta migliorando giorno dopo giorno. Fra due-tre partite andremo ancora meglio. Adesso torniamo a casa e prepariamo la prossima gara nella maniera giusta». Resta concentrato il regista Dragan Travica che chiude le interviste con le sue parole: «Tutte le squadre possono migliorare, siamo solo all’inizio di campionato. Non eravamo più abituati a giocare spesso e dovremo adattarci in fretta perché gli appuntamenti si moltiplicano. In una partita ci sono alti e bassi, tecnici, mentali e fisici, Piacenza ha giocato meglio nel terzo set ed ha meritato. Con Bernardi in panchina gli emiliani cresceranno di sicuro, è un grosso conoscitore del nostro sport. Per fortuna è andata bene a noi stavolta ed abbiamo portato a casa tre punti. Giocare a Perugia significa essere sottoposti a grandi responsabilità e ad una bella pressione ma è quello che cercavo e mi motiva tantissimo. A volte si soffre ma quando si ama una cosa bisogna soffrire, quando si soffre bisogna lottare, quando si lotta a volte si vince».

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Ottobre 5, 2020 12:00