Perugia decimata ma ancora vincente con Ravenna

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Ottobre 25, 2020 20:00
Biglino Omar (attacco)

Sir Safety Conad Perugia in attacco col centrale Omar Biglino Omar (foto Michele Benda)

Ormai non fa più notizia la Sir Safety Conad Perugia, specie se vince contro una rivale non di prima fascia, ma riuscirci con la defezione di tre giocatori importanti è stato un messaggio assai esplicito. Le sette vittorie consecutive in altrettante giornate di superlega maschile lasciano in fuga i block-devils che sono tallonati solo da Civitanova Marche. Poco importa se la Consar Ravenna ha fatto faticare i bianconeri in un set, il turnover operato in questa occasione è stato superato a pieni voti. Motivi per essere contenti insomma ce ne sono e parecchi alla vigilia di una trasferta che si presenterà difficile come quella di Milano. Il tecnico dei perugini ha dovuto fare a meno di Ricci e Solé, ma all’ultimo minuto ha perso pure Colaci che alla misurazione della febbre è stato fermato e rimandato a casa, oltre ai tre è stato tenuto ancora a riposo Atanasijevic. In questo contesto fortemente penalizzato i bianconeri scendono in campo con la coppia Russo-Biglino al centro e Piccinelli libero, partendo comunque bene in battuta (8-4). Leòn e Ter Horst hanno la mano pesante ed aumentano la cadenza (12-7). Il margine permane con Plotnytskyi in evidenza e nel finale c’è spazio per Sossenheimer e Zimmermann (21-15). A siglare l’uno a zero ci pensa Leòn con un ace. Nel secondo frangente di gioco le contendenti avanzano a braccetto (5-5). Sul turno da fondo campo di Leòn c’è il primo break che viene consolidato poi sempre dai nove metri con Plotnytskyi e Ter Horst (15-10). Ad emergere su tutti è Russo che in primo tempo fa i buchi in terra e porta lontano (24-16). A Zimmermann viene negato l’ace, Pinali ne fa tre, ma poi spara fuori il punto del due a zero. Il terzo set è il più avvincente e rimane in bilico per tutta la sua durata con Pinali che impegna seriamente i locali e trascina i ravennati (22-22). Allo sprint è il fallo di posizione di Ravenna a regalare il settimo sigillo ai ragazzi del presidente Sirci.
SIR SAFETY PERUGIA – CONSAR RAVENNA = 3-0
(25-18, 25-20, 26-24)
PERUGIA: Leòn 23, Plotnytskyi 13, Russo 10, Ter Horst 9, Biglino 6, Travica 2, Piccinelli (L), Zimmermann, Sossenheimer Vernon-Evans. N.E. – Atanasijevic. All. Vital Heynen e Carmine Fontana.
RAVENNA: Pinali 14, Recine 14, Mengozzi 7, Grozdanov 4, Loeppky 3, Redwitz, Kovacic (L1), Koppers 5, Zonca, Batak, Giuliani (L2). N.E. – Grottoli, Rossi, Pirazzoli. All. Marco Bonitta e Matteo Bologna.
NOTE – Spettatori 197.
Durata dei set: 24’, 26’, 31’.
Arbitri – Massimiliano Giardini (VR) e Massimo Florian (TV).
SIR (b.s. 11, v. 6, muri 5, errori 4).
CONSAR (b.s. 8, v. 4, muri 6, errori 5).

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Ottobre 25, 2020 20:00