Super Perugia, gli uomini passano a Vibo Valentia

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Novembre 29, 2020 20:15
Solé Sebastian (attacco)

Sir Safety Conad Perugia in attacco con il centrale Sebastian Solé (foto Michele Benda)

C’è tutta la sofferenza di una squadra con qualche problema fisico di troppo ma anche con un grande cuore, nella vittoria piena che la Sir Safety Conad Perugia ha incassato nella prima giornata di ritorno della superlega maschile. Una gara che si annunciava durissima alla vigilia, e che ha finito per ridimensionare quella Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia che insegue in graduatoria e sta facendo meraviglie. In virtù di questo risultato i block-devils mantengono lo scettro della classifica sopravanzando Civitanova Marche contro la quale se la dovranno vedere nel recupero che seguirà a quello con Modena del 3 dicembre. Chiedere di più ai bianconeri, con Russo infortunato e con Atanasijevic e Travica non ancora al meglio, è davvero impossibile. Al fischio d’inizio c’è Travica al palleggio e Solè al centro, Russo invece indossa la maglia di secondo libero. Il primo set comincia bene con Ricci subito molto attivo in primo tempo (3-5). La reazione di Defalco non tarda e rimette in asse il punteggio (8-8). Comincia un periodo spalla a spalla che vede andare avanti ora una ed ora l’altra (17-17). È la battuta ospite a fare la differenza, due ace di Leòn ed uno del neoentrato Zimmermann scavano il solco (18-22). C’è comunque da sudare nel finale e l’uno a zero arriva col minimo scarto per opera di un muro di Ricci. Alla ripresa i padroni casa scappano sfruttando i regali altrui (3-0). Non si scompongono gli umbri che rimettono subito in equilibrio il punteggio (6-6). Se i vibonesi giocano molti palloni sulle bande, dall’altra parte della rete le difese di Colaci sono trasformate da uno strepitoso Leòn (12-14). Sono i guizzi di Rossard a ribaltare ma come in precedenza l’arrivo è in volata (23-23). Nel prolungamento dei vantaggi decisivo è un attacco di Defalco che pareggia i conti. Il terzo frangente di gioco parte nel segno di Leòn che sfodera colpi micidiali, ma sono i calabresi a calare di ritmo (4-12). Ci provano a farsi vedere Rossard e Defalco ma il distacco è pesante e la convinzione manca (13-19). Coach Heynen dà riposo ai titolari ed è Ter Horst a farsi vedere nel finale in scioltezza che riporta in vantaggio i bianconeri. La quarta frazione prende una piega decisa con Leòn dai nove metri che raccoglie altri ace (3-9). Non demordono i meridionali che con Drame Neto provano a rientrare ma Solé risponde per le rime (10-16). Il tentativo di recupero finale è opera di Rossard che ricuce lo strappo (22-23). Finisce qui perché l’errore calabrese regala un altro sorriso a Perugia.
TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA – SIR SAFETY CONAD PERUGIA = 1-3
(23-25, 29-27, 17-25, 22-25)
VIBO VALENTIA: Rossard 15, Drame Neto 13, Defalco 12, Chinenyeze 10, Cester 8, Saitta 1, Rizzo (L1), Dirlic. N.E. – Chakravorti, Almeida Cardoso, Lyneel, Corrado, Gargiulo, Sardanelli (L2). All. Valerio Baldovin e Francesco Guarnieri.
PERUGIA: Leòn 28, Atanasijevic 14, Plotnytskyi 12, Solé 12, Ricci 6, Travica 1, Colaci (L1), Ter Horst 3, Zimmermann 1, Vernon-Evans, Piccinelli. N.E. – Sossenheimer, Biglino, Russo (L2). All. Vital Heynen e Carmine Fontana.
Note – Spettatori 50.
Durata dei set: 27’, 37’, 23’, 34’.
Arbitri – Stefano Caretti (RM) e Stefano Cesare (RM).
CALLIPO (b.s. 15, v. 4, muri 4, errori 10).
SIR (b.s. 21, v. 8, muri 10, errori 11).

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Novembre 29, 2020 20:15