Perugia torna schiacciasassi e rulla Ravenna

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Gennaio 10, 2021 22:07
Plotnytskyi Oleh (attacco)

Sir Safety Conad Perugia in attacco con lo schiacciatore Oleh Plotnytskyi (foto Michele Benda)

Nel diciottesimo impegno stagionale di superlega maschile torna al successo la Sir Safety Conad Perugia che inizia tardi per il posticipo d’orario ma finisce presto imponendosi con un secco tre a zero. Nonostante le defezioni per infortuni (Atanaijevic e Russo) l’assetto del team bianconero rimane solido e continua la sua marcia al vertice della classifica, manifestando una buona concentrazione. I block-devils rispettano ma non temono la pur pericolosa  Consar Ravenna che viene travolta con un gioco fatto di attacchi puntuali e battute ficcanti. Il tecnico Heynen sopperisce alle assenze prolungate schierando Ricci e Ter Horst, un assetto da combattimento certamente non nuovo e che dimostra di essere ben collaudato. Al termine di tre set arriva il trionfo degli umbri che così colgono la prima loro affermazione del 2021 grazie alla coppia Leòn-Plotnytskyi (migliori realizzatori in campo) che si è espressa su ottimi livelli ed una battuta particolarmente ispirata. La gara inizia con con gli ospiti che vanno a segno ripetutamente con un efficace Plotnytskyi (6-8). Qualche errore consente ai romagnoli di rimettere in asse il punteggio sfruttando un intraprendente Loeppky (15-15). Qui un buon turno di battuta di Leòn permette di guadagnare quattro lunghezze dche vegono gestite sino al punto di Solé che vale l’uno a zero. Alla ripresa è ancora dai nove metri che i perugini fanno la differenza, Plotnytskyi colpisce duro e lancia la fuga (2-7). Reagiscono i locali che sembrano riuscire a rosicchiare qualche punto ma poi a fondo campo arriva Ter Horst e il gap aumenta (9-16). Le provano tutte i ravennati, le sostituzioni danno gli effetti sperati e Pinali accorcia (17-20). Il fiato sul collo mette pressione ma Travica gestisce bene e conduce al raddoppio. Nella terza frazione si vanza ad elastico con Leòn che prova a sganciarsi e Loeppky che riaggancia (6-6). La puntualità di Colaci in seconda linea consente di riprendere il comando delle operazioni con il punteggio che si dilata (13-19). C’è da soffrire nel finale con Ravenna che ha un colpo di coda ed approfitta di ogni incertezza ma poi Leòn fissa il punteggio sul tre a zero.
CONSAR RAVENNA – SIR SAFETY PERUGIA = 0-3
(21-25, 21-25, 22-25)
RAVENNA
: Loeppky 14, Pinali 14, Recine 7, Arasomwan 4, Mengozzi 3, Batak 3, Kovacic (L1), Redwitz 1, Koppers, Zonca, Stefani. N.E. – Grottoli, Pirazzoli, Giuliani (L2). All. Marco Bonitta e Matteo Bologna.
PERUGIA
: Plotnytskyi 17, Leòn 16, Ter Horst 9, Solé 7, Ricci 3, Travica, Colaci (L1), Vernon-Evans, Zimmermann, Piccinelli. N.E. – Biglino, Atanasijevic, Sossenheimer, Russo (L2). All. Vital Heynen e Carmine Fontana.
Note – spettatori 50.
Durata dei set: 27’, 29’, 28’.
Arbitri – Bruno Frapiccini (AN) e Lorenzo Mattei (MC).
CONSAR (b.s. 9, v. 5, muri 3, errori 14).
SIR (b.s. 13, v. 6, muri 5, errori 3).

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Gennaio 10, 2021 22:07