Thjis Ter Horst: «Perugia ha avuto ritmo, obiettivo primo posto»

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Gennaio 11, 2021 11:00
Ter Horst Thijs (gioisce)

la gioia di Thijs Ter Horst (foto Michele Benda)

Si attendeva una prova concreta ed è arrivata puntuale nella diciottesima giornata di superlega maschile con la Sir Safety Conad Perugia che ha espugnato la tana della temuta Ravenna in tre set. Prova di autorità dei block-devils che hanno sfoderato un Oleh Plotnytskyi ad altissimi livelli, lo schiacciatore mancino ha dato equilibrio in seconda linea e risolto tante situazioni complicate sotto rete terminando con un bottino personale di 17 punti (miglior realizzatore della serata) con due ace, un muro, 61% in attacco, 80% di ricezione positiva e 40% di perfetta. La giuria accreditata ha nominato il giocatore ucraino quale meritato mvp del match. Giocando dalle sue parti ci teneva il centrale Fabio Ricci che a fine partita ha detto: «Buon risultato, in tutti i set della partita abbiamo impresso il nostro gioco, per Ravenna è stata dura tornare sotto anche se ci ha provato nel secondo e terzo parziale. Per noi era importante tornare alla vittoria dopo lo stop con Trento. Fisicamente sto bene, in settimana speriamo di poter avere nuovamente a disposizione Atanasijevic e Russo, e magari entro dieci giorni possiamo essere finalmente al completo. Ogni volta che torno a Ravenna sono contento di vedere tante facce conosciute, è una società con cui sono stato bene e gli faccio il mio in bocca al lupo». Ha mostrato qualche segnale di nervosismo in campo il regista Dragan Travica che non si sbilancia: «Secondo me abbiamo giocato a tratti bene, in queste ultime due settimane piene ci siamo allenati tanto e bene, purtroppo abbiamo qualche problemino fisico e siamo dovuti tornare ad un modulo già sperimentato ma che non era stato più allenato con continuità. Proprio per questo credo che abbiamo avuto degli alti e bassi che sarebbe bene evitare. Dobbiamo avere delle alternative solide non tralasciando l’equilibrio che è fondamentale per una squadra. Cerchiamo di conoscerci e valutiamo quale sia l’assetto più efficace del momento. Abbiamo l’atteggiamento giusto e la voglia di lavorare per migliorare, questo è già tantissimo. Non bisogna avere l’assillo del primo posto anche perché si saprà sempre alla fine quale sarà la posizione migliore ma certo arrivare davanti a tutte le altre è sempre un piacere. Non faccio ragionamenti tattici e strategici, la mia esperienza mi ha insegnato che ai play-off tutto può succedere. Certo è che arrivare primi fornisce qualche indubbio vantaggio, abbiamo guadagnato un punto rispetto alle due più dirette inseguitrici ma poi conta affrontarle e batterle sul campo». Molto felice dell’accoglienza e di essere tornato tra i titolari seppur nel ruolo di opposto l’olandese Thjis Ter Horst: «Sapevamo di avere anche stasera problemi di organico e di dover sistemare qualcosa in campo. Avevamo bisogno di trovare un po’ di ritmo e ci siamo riusciti. Forse abbiamo mollato un po’ nei finali dei set, ma eravamo sempre avanti con un buon margine. Conosciamo i nostri obiettivi, finire primi nella stagione regolare è uno di questi. Oggi è andata bene e andiamo avanti. È sempre bello per me tornare a Ravenna, mi ha fatto piacere rivedere tanta gente». Hanno rallentato la loro corsa Civitanova Marche e Trento, le prime due inseguitrici si sono imposte solo al tie-break ed hanno dunque perso un punto rispetto ai bianconeri. I risultati: Milano – Civitanova Marche 2-3, Cisterna – Verona 0-3, Trento – Monza 3-2, Modena – Padova 3-0, Piacenza – Vibo Valentia 3-1. La classifica: Perugia 46 (18), Civitanova Marche 41 (17), Trento 35 (17), Vibo Valentia 31 (17), Monza 27 (17), Piacenza 27 (17), Modena 23 (16), Verona 22 (17), Milano 21 (15), Ravenna 13 (17), Padova 12 (17), Cisterna 5 (18).

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Gennaio 11, 2021 11:00