Vital Heynen: «Una Perugia con la coperta corta»

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Gennaio 4, 2021 12:00
Heynen Vital

Vital Heynen (foto Michele Benda)

Si comincia ad entrare nel periodo che conta, si avvicina la coppa Italia, le partite decisive della champions league, la fine della stagione regolare del campionato di superlega maschile. Presentarsi in buona condizione è fondamentale ma la Sir Safety Conad Perugia continua a pagare un conto salato. Dopo il mese di novembre perso per i contagi da Sars-Cov2 lo staff tecnico aveva ipotizzato che a gennaio si sarebbe vista la miglior squadra bianconera. I block-devils però hanno superato agevolmente la ripresa, stupendo in positivo per la costanza dei buoni risultati, e deluso ultimamente, perdendo con le dirette avversarie. Tra i più amareggiati c’è il tecnico Vital Heynen che ha detto: «L’anno non è cominciato molto bene, Atanasijevic è fuori per un problema fisico ed abbiamo dovuto cercare nuove soluzioni contro la squadra che oggi gioca meglio in Italia. Loro hanno mostrato con una buona battuta di poter mettere in difficoltà la nostra ricezione, non è stato facile trovare contromisure. A metà del terzo set abbiamo perso l’attimo decisivo, un peccato ma bisogna ammettere che Trento è stata più forte ed ha giocato meglio di noi. Io difendo i nostri giocatori perché nelle ultime settimane hanno giocato molto, qualcosa dalla nostra parte del campo ha funzionato ma dover cambiare il nostro sistema prima della partita non è mai semplice. Qualche volta la fortuna ci volta le spalle, ci sono mancati due giocatori importanti stavolta (Atanasijevic e Russo, ndr), speriamo di recuperare qualcuno la prossima settimana. È un aspetto essenziale questo, la cosa più importante è la salute dei giocatori, ma se non siamo al completo non possiamo allenarci al meglio, dopo i contagi del Covid-19 abbiamo avuto diversi problemi fisici, non ricordo un giorno in cui ci siamo allenati con quattordici giocatori». Non nasconde la sua rabbia uno degli attesi ex in campo, il centrale Sebastian Solé: «Peccato cominciare l’anno con una sconfitta e troppi alti e bassi di rendimento. Siamo consapevoli che abbiamo fatto una brutta prestazione ma dobbiamo mantenere la fiducia sapendo di avere margini di miglioramento e continuare a testa alta. L’attacco che spesso ci viene bene, è andato molto male domenica scorsa, abbiamo preso tante murate e commesso troppi errori, questo è stato l’aspetto peggiore a mio avviso. Tra una settimana avremo l’occasione di riscattarci con Ravenna, da oggi abbiamo la possibilità di lavorare sodo in palestra per ritrovare il nostro standard».

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Gennaio 4, 2021 12:00