Perugia, in Europa un cammino italiano per gli uomini

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Febbraio 21, 2021 12:00
Sir Sicoma Monini Perugia (tuta)

gli atleti della Sir Sicoma Monini Perugia di champions league maschile (foto Michele Benda)

Sta per scadere il conto alla rovescia per i play-off della champions league, l’assalto al titolo continentale comincia dai quarti di finale e potrebbe prospettare un cammino tutto italiano per la Sir Sicoma Monini Perugia che martedì pomeriggio incontrerà come avversaria Modena, eterna rivale di tante battaglie che contende ai bianconeri il passaggio del primo turno ad eliminazione diretta. Benché nei trentadue precedenti disputati ci sia assoluto equilibrio (sedici vittorie a testa), in questa stagione i block-devils hanno superato gli emiliani in tre occasioni, cedendo una sola volta al tie-break quando il risultato era già stato acquisito. Una battaglia che era stata amplificata in passato dalla accesa rivalità tra tifoserie ma che stavolta non potrà esserci poiché il pubblico è assente. L’atmosfera del grande evento però contribuirà a rendere il duello emotivamente ed agonisticamente intenso, preannunciando una lotta all’ultima schiacciata sotto rete. In caso di successo i perugini avanzerebbero alle semifinali, dove con tutta probabilità ci sarebbe Trento ad attenderli, favoritissima nel confronto con i tedeschi del Berlino. Altro derby tricolore in Europa con un notevole numero di precedenti che moltiplicherebbe gli interessi degli sportivi. E se gli uomini del presidente Sirci riuscissero anche a vincere questo turno approderebbero alla finalissima dove le possibilità che riesca ad arrivare un’altra rappresentante della penisola non è del tutto campata per aria visto che Civitanova Marche è la detentrice dell’ultimo titolo disputato (2019) e ha un primo ostacolo relativamente agevole contro i polacchi del Kedzierzyn-Kozle; per poi vedersela con la vincente del match tra i russi di Kazan e i polacchi di Belchatow. Si potrebbe insomma configurare una coppa continentale tutta entro i confini nazionali, inclusa magari la gara che assegna il titolo la cui sede non è stata resa ancora nota dopo che Berlino ha rinunciato ad organizzarla. Una candidatura nello Stivale non sarebbe poi un azzardo in questo momento di emergenza sanitaria.

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Febbraio 21, 2021 12:00