Una Euro-Perugia strapazza Civitanova Marche

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Febbraio 10, 2021 19:30
TerHorst-Solé (muro)

Sir Sicoma Monini Perugia a muro con Thijs Ter Horst e Sebastian Solé (foto Michele Benda)

Quando sei con le spalle al muro devi tirare fuori il carattere, è questo quello che è accaduto nel mercoledì di champions league ad una Sir Sicoma Monini Perugia che rischiava di uscire dalla champions league ma alla fine è riuscita a qualificarsi. Malgrado il disturbo delle chiacchiere su Atanasijevic (sempre più vicina la fine della storia in bianconero, ndr), i block-devils giocano col cuore e si affermano in maniera nettissima. Una ulteriore iniezione di fiducia quella ottenuta contro la Cucine Lube Civitanova che nel derby italiano del girone le contendeva la prima posizione e dunque la testa di serie per i quarti di finale. La reazione c’era già stata una settimana fa nel campionato italiano, ma ottenere la conferma ha un significato molto importante. Al fischio d’inizio Heynen schiera tra i titolari Ter Horst opposto e Ricci al centro. Una grande partita quella degli umbri che dopo un avvio nel quale Rychlicki ha fatto sentire il suo graffio (3-5), e Juantorena ha aumentato la cadenza (5-9), hanno cominciato a scaldarsi in battuta con Plotnytskyi prima e con Leòn poi (15-15). Il sorpasso è avvenuto sfruttando un Ter Horst particolarmente ispirato dai nove metri  (sette punti personali in apertura di cui tre ace) e un Colaci superbo in difesa (23-19). Il vantaggio è arrivato su errore avversario. Invertiti i campi i padroni di casa hanno avuto una partenza bruciante (8-3). Malgrado le invenzioni dell’ex De Cecco che ha mandato a segno i suoi compagni con grande il margine è rimasto immutato (15-10). Travica ha gestito magnificamente i compagni ed ha spinto al raddoppio. Nel terzo parziale non ha smesso di mettere pressione con il servizio il team perugino che ha trovato in Ter Horst un martello pneumatico (17-12). Il solo Simon non ha potuto opporre resistenza all’avanzata perugina che si è rilassata solo dopo aver guadagnato molteplici palle-match (24-18). È stato un regalo altrui a decretare il successo che è valsa l’ipoteca del primo posto nel girone… se non si combineranno pasticci giovedì sera contro i francesi del Tours.
SIR SICOMA MONINI PERUGIA – CUCINE LUBE CIVITANOVA = 3-0
(25-21, 18-25, 25-21)
PERUGIA: Leòn 17, Plotnytskyi 14, Ter Horst 10, Solé 9, Ricci 6, Travica, Colaci (L1), Vernon-Evans, Russo, Zimmermann. N.E. – Muzaj, Atanasijevic, Sossenheimer, Biglino, Piccinelli (L2). All. Vital Heynen e Carmine Fontana.
CIVITANOVA MARCHE: Juantorena 10, Simon 9, Rychlicki 7, Leal 6, Anzani 3, De Cecco 2, Balaso (L1), Hadrava, Yant Herrera, Diamantini, Marchisio. N.E. – Kovar, Falaschi, Larizza (L2). All. Ferdinando De Giorgi e Nicola Giolito.
NOTE – Spettatori 50.
Durata dei set: 30’, 26’, 26’.
Arbitri – Goran Gradinski (SRB) e Evgeny Makshanov (RUS).
SIR (b.s. 15, v. 6, muri 7, errori 8).
LUBE (b.s. 14, v. 2, muri 2, errori 5).

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Febbraio 10, 2021 19:30