Perugia, gli uomini cercano il colpo a Monza

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Marzo 30, 2021 12:00
Solé Sebastian

Sebastian Solé (foto Michele Benda)

Sul piano psicologico la partita di mercoledì pomeriggio si prospetta molto più delicata rispetto alla prima sfida della semifinale per la Sir Safety Conad Perugia che continua ad avere la pressione sopra di sé. I block-devils partono con un vantaggio, quello di aver vinto gara-uno nella serie dei play-off scudetto e il 31 marzo cercheranno di bissare. In semifinale andrà la squadra che avrà ottenuto tre vittorie, essere uno a zero è già un piccolo capitale. Di contro, la Vero Volley Monza è nella situazione di non poter fallire il match, perché una seconda sconfitta ridurrebbe al lumicino le sue possibilità di passare il turno. I brianzoli di coach Massimo Eccheli avranno l’opportunità di giocare in casa, ma non è detto che sia necessariamente un vantaggio, per chi si sente costretto a vincere ad ogni costo. Di questi risvolti psicologici, tuttavia, è inutile disquisire alla vigilia, perché i riscontri che poi si hanno sul campo sono solitamente contraddittori. Meglio, molto meglio, ragionare attorno a una base tecnica, che è anche quella che meno risente dell’alea dell’imprevedibilità. La sensazione è che la partita sarà sicuramente diversa da quella vista sabato al palasport di Pian di Massiano. Diverso sarà, soprattutto, l’atteggiamento della squadra bianconera, che difficilmente ripeterà la prova scolorita offerta in quella serata. È facile prevedere che, a differenza di quanto aveva fatto allora, subendo sin dalla prima battuta l’iniziativa altrui, i ragazzi di Vital Heynen si trasformeranno da aggrediti in aggressori, cercando di far prevalere la straordinaria esuberanza del centrale argentino Sebastian Solé, forte sia in attacco che a muro. Se sarà capace di partire con un buon approccio, la Sir potrà creare le premesse per un nuovo colpo che le consentirebbe di compiere un balzo quasi decisivo verso la finale. In ogni caso, per garantirsi la probabilità di passare il turno, la squadra umbra dovrà vincere almeno una partita in trasferta e allora, tanto vale farlo subito. Molto dipenderà dall’efficacia del servizio che serve a disinnescare le bocche da fuoco avversarie, in particolare lo schiacciatore ceco Donovan Dzavoronok. Il bilancio complessivo degli scontri diretti è ancora prerogativa dei perugini, sedici a sette il conteggio, quello stagionale vede ancora in vantaggio i monzesi, due a uno. Quattro gli ex della gara, da un lato Oleh Plotnytskyi, dall’altro Thomas Beretta, Gianluca Galassi e Filippo Lanza. La dirigenza del club tiene i piedi per terra, la strada da far è ancora tanta, le condizioni fisiche degli atleti non sembrano al top. A coloro che non possono seguire la diretta streaming su elevensports.it non resta che seguire la radiocronaca dell’incontro sulle frequenze di Umbria Radio. Chiamati a dirigere l’incontro sono i fischietti Alessandro Tanasi (SR) e Gianluca Cappello (SR). Probabili titolari Monza: Orduna in regia e Lagumdzija opposto, Galassi e Beretta al centro, Lanza e Dzavoronok schiacciatori, Federici libero. Possibile sestetto Perugia: Travica ad alzare in diagonale con Ter Horst, Solé e Ricci centrali, Leòn e Plotnytskyi attaccanti di banda, libero Colaci.

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Marzo 30, 2021 12:00