Giada Cecchetto: «Dispiace, Perugia sperava in gara tre»

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Aprile 1, 2021 11:00
Cecchetto Giada (esulta)

Giada Cecchetto (foto Maurizio Lollini)

L’eliminazione dalla corsa allo scudetto femminile lascia un po’ di amaro in bocca alla Bartoccini Fortinfissi Perugia che alla vigilia di Pasqua avrebbe preferito essere in palestra a preparare una partita ufficiale da giocare piuttosto che in casa a preparare le valigie. A caldo la libero Giada Cecchetto aveva detto: «È stata una stagione molto lunga con tanti alti e bassi. Siamo cresciute molto, abbiamo fatto un gran finale di stagione e per questo c’è ancora più rammarico per l’eliminazione. Dispiace andare a casa, non vorremmo mai smettere di giocare. Non ho ancora pensato a cosa farò domani, speravo di andare a gara tre». Ma quella che la società aveva pensato fosse la stagione alla fine è stata rispettata, nel senso che oltre i quarti di finale davvero non si poteva pensare di andare. È calato dunque ufficialmente il sipario sulle magliette nere che, smessa la divisa d’ordinanza, cominciano a partire per tornare alle proprie residenze da cui mancano da nove mesi. In un’annata agonistica totalmente atipica a causa dell’emergenza sanitaria non ci sarà nemmeno il tradizionale ultimo saluto a cena. Le atlete da venerdì mattina cominceranno a lasciare i loro appartamenti e magari non si rivedranno più. Tutte in scadenza di contratto le giocatrici umbre, con una sola eccezione per la palleggiatrice Isabella Di Iulio che ha una opzione per il rinnovo. Ma ovviamente prima di pensare all’organico il club dovrà capire chi sarà l’allenatore della prossima stagione. Lo staff dirigenziale tirerà il fiato per le imminenti festività e poi tornerà al lavoro per programmare l’anno venturo.

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Aprile 1, 2021 11:00