Gino Sirci fa attendere le novità a Perugia

Pianeta Volley
By Pianeta Volley marzo 6, 2018 16:30
Sirci Gino (mascotte)

il presidente Gino Sirci con la mascotte della Sir Safety Conad Perugia (foto Michele Benda)

Settimana di pieno lavoro, una delle poche rimaste da sfruttare appieno dalla Sir Safety Conad Perugia che si prepara alle gare più importanti della stagione, quelle dei play-off. In realtà i block-devils torneranno in campo sabato sera, precedendo di poche ore le altre partite dei quarti di finale della superlega maschile, un anticipo dovuto alla ristrettezza di tempi per organizzare la trasferta di champions league che impone ai bianconeri di essere in campo martedì ad Ankara per l’andata degli ottavi continentali. Si studia Ravenna e si cerca di recuperare il problema quadricipite femorale dello schiacciatore statunitense Aaron Russell per il quale c’è assoluto ottimismo. Sono momenti di pausa nei quali la stampa specializzata e non trova spazio per inserire le voci di mercato. Con la telenovela riguardante lo schiacciatore cubano Wilfredo Leòn che tiene sempre banco per il valore dell’atleta ma non per le novità, e questo significa in qualche modo che la proposta attuale non sia così allettante per lui. Il presidente Gino Sirci attendeva una risposta per i primi giorni di marzo e attende ancora, ma si concentra sugli obiettivi della squadra: «Siamo i favoriti per lo scudetto, abbiamo un gruppo imprenditoriale pronto a sostenere questo sport, lavoriamo tutti per un sogno, quello di far primeggiare Perugia in Italia e in Europa. Sono consapevole che però per centrare i traguardi dovremo anche avere un pizzico di fortuna e non accusare infortuni». Sul versante atleti si è scatenata la caccia alla notizia anche su Zaytsev che si dice sia nel mirino di alcuni club, su tutti Trento e Verona. La questione allenatore invece sembra non avere fretta di essere sciolta, Lorenzo Bernardi è in scadenza di contratto dopo che l’accordo triennale sbandierato appena un anno fa era stato ritoccato e ridotto. Sull’argomento non vengono rilasciate dichiarazioni dalle parti, anche se il numero uno bianconero ha detto che se ne parlerà a fine stagione. Il suo procuratore Georges Matijasevic della Lz Sport Pro intanto sta sondando le piste estere ed ha detto: «Attualmente Bernardi è focalizzato sulla champions league, in quanto il suo primo obiettivo è quello di regalare un altro trofeo ai tifosi di Perugia. Non abbiamo ricevuta nessuna offerta di rinnovo contrattuale dal club. Abbiamo ricevuto offerte da due club tra i migliori al mondo, più precisamente dal Brasile e dalla Russia». La tifoseria attende notizie precise perché il cuore dei Sirmanici è stato spezzato già una volta con la separazione da Kovac e l’amore per Bernardi creerebbe un’altra ferita profonda se dovesse partire. Nel frattempo la consulta della Lega Pallavolo ha partorito la proposta di riforma delle prime due categorie maschili e la sottoporrà all’approvazione della Fipav. Si pensa ad una superlega con meno squadre (15 e con ben tre retrocessioni). A regime tra due stagioni ci sarebbe poi una serie A con 12 squadre ed una A2 con due gironi da 10 squadre l’uno. Molti gli obblighi dei club per quanto concerne i settori giovanili. Per l’ammissione ai campionati ci sarà la verifica degli F24 e dei pagamenti dei contratti degli atleti da parte di un organo di controllo esterno al consorzio. Per la capienza dei palasport (minimo 3’000 o 2’400 in deroga), occorrerà una certificazione apposita della commissione provinciale di vigilanza. I club con scarsa media di pubblico non saranno candidati alla diretta televisiva.

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley marzo 6, 2018 16:30