Mario Trastulli risponde a Puliti e chiarisce le scelte di Terni

Pianeta Volley
By Pianeta Volley giugno 1, 2018 12:00
Trastulli Mario (premiazioni)

Mario Trastulli responsabile volley Clt Terni

Come responsabile della sezione volley voglio soffermarmi sul progetto tecnico del Clt Terni, concordato con lo staff, i preparatori atletici e con chi si impegna quotidianamente per sviluppare i nostri settori giovanili. Al termine dell’attuale stagione agonistica abbiamo concordato di essere giunti, per limiti anagrafici, alla conclusione di un ciclo sportivo che tante soddisfazioni ci ha dato, e che la squadra militante nella serie B maschile avesse bisogno di un ricambio generazionale. Sono certo che Leonardo Puliti comprenderà come non sia possibile continuare a sostenere un movimento che in città non coinvolgeva le famiglie, gli appassionati e volgeva lentamente verso una giusta rifondazione, essendo arrivato temporalmente al limite della propria sostenibilità anagrafica. Appurato ciò, la scelta è stata quella di continuare il percorso intrapreso da diversi anni in tutte le sezioni sportive del Circolo Lavoratori Terni, ossia formare atlete ed atleti al suo interno e destinare risorse prevalentemente ai settori giovanili, mettendo a loro disposizione nuove strutture per l’allenamento, due preparatori atletici di primo livello e tecnici abituati a favorire e supportare la crescita dei giovani. In particolare, nella pallavolo, abbiamo un nutrito vivaio che ancora non ha la forza di calcare una scena come quella di un campionato nazionale, ma siamo certi abbia le potenzialità per farlo, e da qui vogliamo gettare nuove e solide basi. Mi preme ricordare quello che la Clt rappresenta: un punto di riferimento a livello sociale e sportivo per la comunità locale, in grado di offrire pari opportunità a tutti i praticanti della polisportiva e con possibilità di coltivare ambizioni di traguardi importanti. A memoria, oltre a Stefano Coccetta e Paolo Pacciaroni cresciuti nella sezione, cito Matteo Mulas nel canottaggio, Leonardo Bandini nella lotta, la squadra di calcio a 5 femminile ma anche quella maschile in grado di ripartire dalla serie D dopo aver rinunciato alla serie A e tornare in C1 con l’organico più giovane di tutto il torneo, il plurimedagliato Samuele Sacripanti nel tiro a volo, Tonelli, Molinari e Clelia Stefanini di nuovo nel canottaggio oppure Menciotti ed Andreani nel nuoto. Sicuramente dimentico qualcuno ma, questo, a riprova che il nostro circolo non si identifica con un singolo atleta o una singola disciplina, ma è espressione della passione con cui si pratica sport e si inseguire il sogno di diventare campioni da oltre novanta anni. A tal proposito invito Leonardo Puliti a dedicare un po’ del proprio tempo per guardare da vicino ed essere da traino, con il proprio esempio di atleta di successo, alle tante attività dedicate al binomio scuola-sport che la Clt ha organizzato ed ospitato negli ultimi anni, coinvolgendo ogni anno oltre tremila ragazzi della regione. Dall’iniziativa di prevenzione cardiologica e di pratica sportiva Ama il tuo cuore, passando per i campionati Studenteschi organizzati unitamente all’Usr sino alla recente Master League High School, tutte iniziative in cui il volley era sport cardine; purtroppo non abbiamo riscontrato né la disponibilità, né tantomeno l’interesse di Puliti nel confrontarsi con i giovani atleti e supportarli nell’avvicinamento alla pratica sportiva durante questi eventi. La Clt, unico centro Coni per la formazione e l’avviamento allo sport della città di Terni (in Umbria ne esistono soltanto due), ha da tempo dichiarato il proprio obiettivo: intraprendere un percorso fin dall’età adolescenziale, lavorando sulle capacità motorie, sulla postura e sulla multidisciplinarietà delle atlete e degli atleti. Questa visione non può essere messa a servizio del risultato o sacrificata ad una temporanea vetrina fine a sé stessa. All’atleta Leonardo Puliti va il grazie per aver difeso i colori gialloblu in questi due anni, quando abbiamo accolto la sua volontà di giocare a Terni anche per avvicinarsi alla città dove frequenta l’Università. All’uomo ricordo quei bambini che sono diventati adulti con noi, svolgendo gare mondiali, vincendo campionati italiani ed innalzando al cielo i colori di Terni, coniugando impegni scolastici e sportivi con un solo traino: la passione. In qualità di responsabile della sezione volley, avendo condiviso con i nostri tecnici, atleti e dirigenti gli obiettivi che la Clt Terni si era prefissa sin da inizio stagione, sono certo che Leonardo Puliti comprenderà come continuare la serie B nazionale senza le giuste fondamenta sarebbe solo uno specchio per ricordarci che senza le basi non è possibile sognare le altezze.
(lettera firmata Mario Trastulli)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley giugno 1, 2018 12:00