Perugia guarda alle ipotesi di mercato

Pianeta Volley
By Pianeta Volley maggio 15, 2018 19:00
Lanza Filippo

Filippo Lanza (foto Michele Benda)

È rientrata ieri con qualche disavventura la Sir Sicoma Colussi Perugia che al ritorno all’aeroporto di Sant’Egidio ha riscontrato problemi al veivolo che la trasportava, mancata apertura dei flap, ed ha dovuto dirottare su Fiumicino, avendo necessità di una pista più lunga per far effettuare l’atterraggio. Dalla capitale è stato poi un autobus a far rientrare la spedizione con i tifosi che hanno atteso qualche ora in più per salutare la squadra prima dell’inizio delle vacanze. Un gesto particolarmente apprezzato da coach Lorenzo Bernardi e dagli atleti che hanno sentito ancora una volta l’affetto dei propri sostenitori. Da oggi tutti in ferie, tranne la dirigenza che resta al lavoro per preparare la prossima stagione, le attenzioni del direttore sportivo Stefano Recine sono concentrate tra i confini nazionali. Già perché con l’ingaggio del cubano Wilfredo Leòn la quota stranieri è più che completa, anzi, in eccesso. C’è da capire chi sarà ad affiancarlo nella diagonale di posto-quattro e l’unica idea che balena in testa a più è quella di Lanza che si dice pronto con le valigie in mano per salutare Trento. L’unica cosa certa è l’addio di Ivan Zaytsev che ormai a Modena sono pronti ad ufficializzare. Nonostante la questione sia ormai bella che definita, il presidente Gino Sirci continua a rilasciare dichiarazioni che tendono a confondere la tifoseria: «Sono convinto che Leòn e Zaytsev possano giocare insieme ma da quest’ultimo non abbiamo ricevuto alcuna risposta. Nel frattempo abbiamo preso Leòn, un giocatore che è in grado di spostare gli equilibri. Con o senza Zaytsev la squadra sarà competitiva. Non facciamo comunque proclami sugli altri obiettivi ma andiamo avanti passo dopo passo per mettere sotto contratto elementi importanti». Più che altro pare di assistere ad un botta e risposta tra il numero uno dei block-devils ed il popolare zar, che lascia intendere una rottura del rapporto. D’altra parte si sa che Sirci mal digerisce le dichiarazioni non concordate e quella di Zaytsev che anticipò il suo voler tornare a fare l’opposto, con tutta probabilità segnò anche la fine del matrimonio. Non si sbilancia nessuno nel club bianconero ma per cercare di mantenere un certo equilibrio nella squadra la scelta migliore è senza dubbio quella dello schiacciatore Filippo Lanza, pedina della nazionale azzurra che dopo sette anni a Trento potrebbe decidere di cambiare aria, tanto più che si mormora non goda della massima stima da parte dell’attuale coach Angelo Lorenzetti. Se non fa al caso dei dolomitici, farebbe molto comodo ai campioni d’Italia che con lui potrebbero completare lo scacchiere. Resterebbe però da capire quale degli altri giocatori stranieri è in eccesso nel ruolo, sia Aaron Russell che Alexander Berger hanno il contratto per un altro anno ma è logico che in questa situazione dovrebbero ritagliarsi degli spazi di contorno. Difficile pensare che uno dei due possa accontentarsi di fare il quarto, perché dietro a Leòn gli spazi da conquistare in campo sarebbero risicati.

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley maggio 15, 2018 19:00