San Giustino Volley denuncia: “ci rubano i giovani”

Pianeta Volley
By Pianeta Volley settembre 8, 2018 18:00
Brozzi Marco

il presidente Marco Brozzi

Che a San Giustino i rapporti non fossero idilliaci tra la storica società femminile di pallavolo e quella neonata maschile lo si era capito da tempo, ne avevamo fatto cenno tempo fa sulle nostre cronache delle scorse settimane ma pensavamo fosse tutto relativo al solo sponsor. Invece le frizioni evidentemente erano anche ad altri livelli e la conferma arriva oggi con una nota stampa della San Giustino Volley che sottolinea una mancanza di correttezza da parte dell’altro club che opera nello stesso comune. Una frizione che è già stata ribattezzata ‘la guerra dei cartellini’.

“Quando siamo nati cinque anni fa pensavamo che non fosse facile, ancora più convinti delle difficoltà quando abbiamo appreso della nascita di una nuova società pallavolistica a San Giustino… ma sempre consci che con il lavoro, il dialogo ed eventuali collaborazioni il tutto non si sarebbe complicato. Invece, ci troviamo oggi con molta delusione, a constatare che le belle intenzioni inerenti una normale convivenza più volte dichiarate dalla nuova società sono assolutamente lontanissime dall’essere messe in atto; chiaro e lampante è lo scorretto comportamento dei nuovi arrivati nella gestione di un loro eventuale settore giovanile; tante sono le prove riscontrate e riscontrabili di approccio diretto da parte di tesserati della nuova società con le famiglie di ragazzi e ragazze che sino a poco tempo fa rientravano tranquillamente in una programmazione triennale della San Giustino Volley. Dicevamo, di un comportamento scorretto che non garantisce e non garantirà sicuramente una corretta gestione degli stessi atleti, a riprova l’audio di seguito intercorso tra un genitore e un nostro tesserato (San Giustino Volley), avente come oggetto il contatto da parte della Pallavolo San Giustino con lo stesso genitore con il tentativo di ‘prendere’ il figlio e portarlo nella loro società per poter formare i loro gruppi. Questo atteggiamento ha già portato il trasferimento di un’intera squadra (dopo telefonate a dir poco carbonare) dalla nostra società alla Pallavolo San Giustino. In conclusione pensiamo che qualcuno debba intervenire per far capire la realtà delle cose e quale sia il meglio per le ragazze ed i ragazzi; non si può continuare a raccontare falsità ed agire in maniera scorretta ed irresponsabile nei confronti di un’intera comunità, non solo sportiva”.

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley settembre 8, 2018 18:00