Dragan Travica: «Martedì sarà una Perugia diversa»

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Febbraio 28, 2021 16:00
Travica Dragan (esulta)

Dragan Travica (foto Michele Benda)

La concentrazione è grande, martedì ci si gioca un pezzo importante della stagione, restare in corsa nella champions league è fondamentale per la Sir Sicoma Monini Perugia che punta ad arrivare in fondo a tutte le competizioni. C’è anche una motivazione economica non secondaria che spinge i block-devils ad avanzare di un turno, quella di entrare nel lotto delle squadre che si spartiscono la torta più grande dei premi messi in palio dalla Cev. Il massimo organo continentale ha confermato un aumento del montepremi a disposizione per l’edizione 2021 a 4,8 milioni di euro, i vincitori del trofeo incasseranno un assegno da 500 mila euro, i secondi riceveranno 250 mila euro, le perdenti delle semifinali porteranno a casa 125 mila euro. La squadra bianconera sta apportando le rifiniture alla strategia da adottare nel prossimo match contro Modena che si disputa tra le mura amiche del palasport di Pian di Massiano. La seconda sfida dei quarti di finale della coppa continentale è un match senza ritorno, esiste un solo risultato per accedere alle semifinali, vincere quattro set e cederne al massimo uno, (vincere tre a zero o tre a uno e poi conquistare anche il golden set. A parlare alla vigilia è il palleggiatore Dragan Travica: «La squadra è pronta e carica. Abbiamo davanti una montagna molto alta da scalare a mani nude e senza protezioni. Siamo spalle al muro, ma questo è anche il duro e il bello dello sport. Abbiamo tanta voglia di giocare questa partita e di giocarla meglio contro una squadra che ha dimostrato di essere un grande forma. Sarà una partita difficilissima, ma mi auguro che sia una serata da ricordare. Sarà una partita piena di tensione, soprattutto da parte nostra. È normale che sia così, la tensione va accettata, bisogna conviverci e bisogna incanalarla nel modo giusto. Dobbiamo pensare in primis a giocare bene a pallavolo, è una cosa fondamentale perché si vince solo giocando bene. Dobbiamo pensare una palla alla volta, vivere il match punto dopo punto. Poi ci saranno le emozioni del campo, i dettagli che faranno la differenza. Ma soprattutto bisognerà lasciare il cuore in campo e noi abbiamo tanti cuori che battono». Sul fatto se ci sarà una Perugia diversa in campo rispetto al match d’andata il giocatore trentacinquenne ha pochi dubbi. «Credo che ci voglia poco in realtà perché martedì scorso forse è stata la Sir peggiore della stagione. Non so dire se basterà, ma martedì scenderà in campo certamente una Perugia diversa e migliore». È senza dubbio un momento delicato della stagione, aver sbagliato clamorosamente la gara d’andata non permette distrazioni, i ragazzi di coach Heynen hanno le carte in regola per ribaltare.

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Febbraio 28, 2021 16:00