Perugia rimedia una pessima figura a Trento

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Marzo 18, 2021 20:30
Ter Horst Thijs (attacco)

Sir Sicoma Monini Perugia in attacco con lo schiacciatore Thijs Ter Horst

La semifinale della champions league mostra il suo volto spietato mandando in onda partite ad altissima tensione ed in questo contesto la Sir Sicoma Monini Perugia stecca ancora andando al tappeto in maniera inesorabile. Un tre a zero quello rifilato dalla Itas Trentino che pesa tanto, e che costringe di nuovo ad una rincorsa, nella gara di ritorno ci vorrà una partita perfetta per accedere alla super finale della competizione. Ai piedi delle Dolomiti gli uomini del presidente Sirci hanno steccato con una prestazione di basso livello, confermando i problemi emersi nell’ultimo periodo. Il contributo più grande alla causa lo ha dato Ter Horst, ma il martello olandese è stato l’unico a farsi valere. Che non sarebbe stato facile i block-devils se ne sono resi conto in avvio nel quale vanno avanti i padroni di casa (7-4). È Ter Horst che tiene alta la guardia dei bianconeri (nove palle a terra in apertura) mettendo giù ogni pallone che Travica gli serve (10-9). A risolvere con mestiere tutti i palloni più difficili dall’altra parte è Santos de Souza che tira fuori dal cilindro diversi jolly e tiene avanti il naso (17-16). L’aggancio sull’attacco di Leòn sul 19-19 non ferma l’entusiasmo degli avversari che mettono in mostra un Podrascanin infallibile e vanno in vantaggio. Dopo l’inversione dei campi sono sempre i locali a fare l’andatura (8-3). Gli umbri non riescono a mettere giù palla mentre ai rivali riesce tutto ed il punteggio diventa imbarazzante (17-7). Entra Muzaj per dare nuova linfa agli ospiti ma Podrascanin è scatenato e chiude ogni varco a muro costringendo a cercare angoli impossibili, il raddoppio è opera di Lisinac. Nella terza frazione si assiste ad una reazione ed è sempre Ter Horst il più incisivo, permettendo ai suoi di andare per la prima volta a condurre (10-7). Non tarda però la risposta di Giannelli che resta lucido e manda a segno i compagni con schemi smarcanti (13-13). L’inerzia sembra cambiare poco dopo con gli errori che rovesciano in maniera stupefacente (19-17). Trento ha due palle-match, la prima se ne va ma Abdel-Aziz non fallisce la seconda e firma il trionfo.
ITAS TRENTINO – SIR SAFETY CONAD PERUGIA = 3-0
(25-21, 25-16, 25-23)
TRENTO: Abdel-Aziz 16, Podrascanin 11, Santos de Souza 9, Lisinac 7, Michieletto 5, Giannelli 2, Rossini (L1), Kooy 1, Sosa Sierra. N.E. – Sperotto, De Angelis, Cortesia, Argenta, Pol (L2). All. Angelo Lorenzetti e Francesco Petrella.
PERUGIA: Ter Horst 12, Leòn 7, Solé 6, Plotnytskyi 5, Russo 5, Travica 2, Colaci (L1), Muzaj 2, Ricci 2, Vernon-Evans, Zimmermann. N.E. – Atanasijevic, Piccinelli, Sossenheimer (L2).  All. Vital Heynen e Carmine Fontana.
NOTE – Spettatori 50.
Durata dei set: 25’, 24’, 28’.
Arbitri – Juraj Mokry (SRB) e Lucian Vasile Nastase (ROU).
ITAS (b.s. 15, v. 6, muri 7, errori 4).
SIR (b.s. 13, v. 3, muri 6, errori 11).

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Marzo 18, 2021 20:30